La mia poesia: Catene arrugginite


 

il_570xN.569621946_li8h.jpg

Spiragli di sole
su accozzaglie di catene arrugginite
sono brividi di speranza,
che languono sulla battigia
dopo il naufragio,
fra alghe morte,
reti a brandelli e sabbia fine.
Questa è la meta
di uno strano ciondolare
che appassisce i giorni
e spegne il cuore
dei vecchi barconi smessi,
che si consumano
per tornare polvere.
Così è la vita,
un barcone smesso
che si consuma lentamente,
tra spiragli di allegria e pianto.

 

MC@

Lid5bMbeT

 

 

Annunci

La mia poesia Acquerelli


cb030-32image

Acquerelli
di fiori a primavera,
intrecci delicati, corse di colori tenui,
di linee annacquate
sulla carta rugosa.
Eppur gode l’occhio
e insegue
sagome di uccellini minuti
tra i petali sfuggenti,
tra la luce intensa
d’un orizzonte sbiadito.

@MC

violette

Una torta per il mio nipotino Matteo che ha compiuto due anni.


29136621_2034547900148908_4494894166748168192_n

 

29196949_1931991046872819_1442393452724617216_n

Questa è un cream cake, l’ho realizzata per il mio nipotino Matteo, che ieri ha compiuto due anni, é una torta versatile per forma e decorazione e anche l’interno si può variare a seconda del gusto personale, senza che l’estetica del dolce ne risenta. La realizzazione presenta qualche piccola difficoltà facilmente superabile e si può attuare in due tempi, un primo momento da dedicare alla frolla e un secondo da dedicare alla decorazione. E’ qui che si scatena la fantasia, ci potete mettere di tutto, per fare una torta davvero originale. Mi prendo il merito di aver realizzato un’idea che ho trovato nel sito sotto indicato e devo ammettere di esserci riuscita abbastanza bene: 

http://www.cakedesignitalia.it/notizie/news/item/6880-il-trend-2018-e-la-cream-cake-se-davvero-si-chiama-cosi.html

 

29178955_1931995200205737_1276903707065188352_n

29178955_1931995200205737_1276903707065188352_n

La mia poesia: Carezze di rovo


 

afizqvxym4e

blossoms-in-light-Richard-S-Johnson-100-Hand-Painted-Oil-Painting-Repro-Museum-Quality-Gift

Ho incarnato il pianto
nei solchi del mio volto
quando te ne andavi
calpestando
le briciole di noi
Non ti sei voltato indietro
per consolare i miei lividi
e la tua mano su di me
ha lasciato carezze di rovo.
Oggi rammenderò le mie reti
e risorgerò senza di te,
in quest’alba
che non aspetta tramonto
e dritte le mie spalle
non si prostreranno più
scudo ai tuoi colpi,
ma in alto porteranno
il mio cuore di donna libera.

MC@

P3061236

 

La mia poesia: Colori


xudozhnik_Ewa_Bartosik_12

28056757_1906224319449492_1492750124607248965_n

 

Mi specchiero’
Dove finiscono i colori
Di questo arcobaleno di vita
Che attraversiamo stanchi ,
Come falene
Dalle ali arrugginite
E nulla vi chiederò
Di questo vagar dell’anima,
Forse percorrerà
Lingue d’asfalto
Per giungere
Dove il cerchio si quadra
E accoccolata
Immobile,
Sì sciogliera’ dai vincoli
Quando sarà
il suo tempo attonito. MC@

depositphotos_32257865-Spring-violet-flowers-on-mountain

 

Prima di dormire


 

fiori_glitter_viole

Nerodalia-6-Foto-Veronica-Garra

Scelgo il tempo per vivere i miei pensieri nel silenzio. Non c’è bisogno di luce per pensare, al buio i pensieri prendono corpo come le scene di un film, li vedi e li rivedi in una moviola infinita e costruisci la vita, il futuro, in una bozza variegata e plastica di cui sei l’unico artista. L’amore è la linfa dei pensieri, i protagonisti sono spesso le persone che ami e con quanta forza ti ritrovi a segnare per loro un cammino di bene, di salute , di serenità, quasi a voler cancellare le negatività, a proteggerli. Poi mi addormento, stranamente, non penso mai a me stessa, perché voglio vivere alla giornata, costruire il mio futuro al momento e non guardo oltre.

2498208677

Sono tornata con un dolce all’arancia!


20180128_152618

20180128_124001

Salve a tutti!

Vi sono mancata?

Il mio pc si è rotto e dal telefonino non era comodo pubblicare, ora finalmente sono tornata e per farmi perdonare ecco il mio ultimo dolce per voi, una splendida ciambella all’arancia dal gusto sublime in un connubio di profumi, dove il cioccolato sposa l’arancia caramellata sul  morbido letto di una ciambella soffice e delicata, anch’essa al lieve sapore di arancia.

20180128_124036      20180128_152609 

20180128_121643    20180128_121703

Ingredienti:
3 uova
180 gr di zucchero
250 gr di farina 00
120 gr di succo d’arancia
60 gr di burro o 80gr di olio di semi
scorza di un’arancia biologica
1 bustina di lievito per dolci
zucchero a velo (a piacere)
Preparazione:
Montate le uova con lo zucchero per circa 10-15 minuti fino a farle diventare molto gonfie e chiare.
Sempre continuando a mescolare, aggiungete l’olio o il burro fuso, il succo d’arancia e la scorza grattugiata. Infine, incorporate la farina setacciata con il lievito, a poco a poco, fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.
Imburrate e infarinate una tortiera da 24 o 26 cm di diametro, e versatevi l’impasto. Livellate la superficie e fate cuocere la torta in forno statico a 170° per circa 35 minuti. Prima di sfornare, fate sempre la prova stecchino per sicurezza.
Lasciate raffreddare la vostra torta e cospargetela con zucchero a velo e a piacere potete decorarla con fettine di arancia caramellate e cioccolato fondente.
Per caramellare l’arancia fate uno sciroppo facendo bollire 200 gr d’acqua con 150 gr di zucchero per una decina di minuti, immergetevi poi le fettine d’arancia e fate cuocere per un mezz’ora rigirandole ogni tanto. Fatele raffreddare su carta forno, decorate a piacere la torta e pennellate le fettine con lo sciroppo rimasto. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria aggiungendovi un goccino di olio di semi per renderlo fluido e lasciatelo sgocciolare sulle fette d’arancia con un cucchiaio.

psm4zab4