Edvard Munch, il pittore dell’angoscia


pour msnpour msnpour msn
L’urlo
Quante volte ho attraversato questo ponte, quando mia madre magra e smunta dormiva nel suo letto di dolore! Non c’è pittore a mio avviso, che meglio di Munch abbia saputo rappresentare quello che si ha dentro, quando si vive nello sconforto, nella paura, nel dolore. Questo essere informe e allungato, questo paesaggio essenziale, ondulato come riflesso in uno specchio deformante, questo è il dolore, di cui l’urlo è  l’ultimo epilogo. Così si sentiva il pittore nella sua malattia e in questa opera ricorrente estrinsecava tutta la sua interiorità malata, così ci sentiamo noi quando attraversiamo momenti difficili, che ci opprimono l’anima e deformano il nostro più intimo sentire. La bocca spalancata sembra senza voce, così è il nostro dolore, quando vorremmo gridarlo al mondo, ma non possiamo e l’urlo resta come cristallizzato dentro di noi, quasi a voler esplodere, ma non riesce a dar fiato alla voce e la realtà si deforma, si allontana , proprio come su quel ponte dai colori significativi di uno stato d’animo turbato, quasi opprimente.
Mi piace questo pittore per quello che riesce a trasmettere con la sua opera, ma le sue immagini mi inquietano l’animo con la loro informe essenzialità, ricca di tanto pathos.
pour msn
Annunci

12 thoughts on “Edvard Munch, il pittore dell’angoscia

  1. Non l\’ho solo ammirato e capito il tuo…. credo stia per cacciarne uno anch\’i! Muahahahaha…. il cagnolino mi sta mangiando la scarpa! Non è un ottimo motivoooooooooo?Scherzo…… ma è divino questo quadro ed io lo amo!Bacio dolciotta!

    Mi piace

  2. La tua analisi, cara Maria,riesce perfettamente a cogliere l\’essenza di quest\’opera così intensa…ho sempre pensato che Munch fosse riuscito con quest\’immagine a materializzare il dolore che è dentro ognuno di noi…il dolore radicato nella stessa condizione umana.Ti abbraccio

    Mi piace

  3. grazie Donatella di aver centrato in pieno il senso del mio post a me piace stare qui proprio per condividere il mio sentire con persone che riescono a coglierne le sfumature, cio mi gratifica e mi da la voglia di continuare a scrivere, altrimenti, per certi versi, avrei già chiuso tutto da un pezzo. Un bacio Maria

    Mi piace

  4. Abbiamo una copia di questo quadro in ufficio, devo dirti che all\’inizio non mi piaceva, dopo aver letto la biografia del pittore e la sua storia, riconosco che è un bellissimo quadro che manifesta il dolore che portiamo dentro e certe volte non riusciamo nemmeno a manifestarlo come sarebbe giusto farlo.un caro saluto e un lieto fine serataLupo Solitario

    Mi piace

  5. Pingback: New York, 120 mln di dollari per “L’urlo” | Il mondo di Macdelice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...