Salute e benessere: la fistola sacro coccigea o pilonidale


 

 

 

La fistola sacrococcigea o pilonidale è una lesione cutanea che si instaura e si cronicizza nella zona bassa del dorso  provocando dolorose e profonde tumefazioni e se non rimossa, dà molti fastidi a chi ne è affetto. Questa malattia fa tribolare mio figlio da ben quattro anni, con tre recidive e tre conseguenti asportazioni dolorose e dal decorso post operatorio lungo. Dato che ormai mi sono fatta una cultura in merito voglio parlarne un pò con voi. La natura di questa malattia che colpisce in prevalenza la popolazione maschile, affligge un gran numero di giovani e  può essere di tipo congenito o di tipo acquisito. Nel primo caso si tratterebbe della permanenza di un residuo embrionario, che poi col tempo provoca la cisti, nel secondo caso invece può derivare dalla presenza di peli nella zona interessata, che in seguito a traumatismi, dovuti anche a un lavoro che costringe a stare troppo seduti, si incistano e poi infezionandosi, danno luogo alla fistola. La permanenza della fistola può portare a delle complicanze e all’infezione di larghe zone di tessuto interessate da successive canalizzazioni e conseguente ulteriore fistolizzazione. Conviene quindi farla asportare in breve tempo per diminuire l’area interessata e  il rischio di recidive. Il rischio di recidiva infatti è molto alto , intorno al 15 –20 %.Ci sono diverse metodiche di asportazione a ferita chiusa , semi aperta, o aperta  e una nuova tecnica mini invasiva di nuova sperimentazione , ma la tecnica a ferita aperta è quella più consigliata dagli specialisti, in quanto lascia il compito della ricostruzione a madre natura, coadiuvata da opportune cure onde evitare l’insorgere di infezioni. Lo specialista prima di effettuare l’asportazione, che si effettua in anestesia parziale, inietta nella fistola un liquido di contrasto, che inoltrandosi nelle varie canalizzazioni gli permette di asportare tutta la zona interessata, diminuendo così il rischio di recidive. In breve tempo  inizia in loco la ricrescita del tessuto , in un quotidiano incremento di nuove cellule che andranno a colmare nell’arco di un paio di mesi la profonda voragine lasciata dall’intervento di asportazione. Devo dire che, avendo seguito per diverse volte questo processo e non avendo alcuna cognizione medica, se non una certa esperienza acquisita nel tempo e il coraggio datomi dalla necessità di quotidiane medicazioni , resto stupefatta di come si instaura nel nostro corpo un processo di auto riparazione, che porta naturalmente al totale risanamento della parte lesa  e dopo un primo momento di sgomento, dovuto alla vista alquanto cruenta, in seguito è sorta in me una certa curiosità per un fenomeno che mai altrimenti si potrebbe seguire in natura, non essendo addetti ai lavori. Oggi, si ricorre anche all’applicazione del laser,  per accelerare il processo di ricrescita del tessuto, che impiega almeno due mesi per risanare la ferita. Quel che ho scritto può avere sicuramente qualche imprecisione, non ho infatti, lo ribadisco, alcuna cognizione medica, ma deriva dall’aver seguito mio malgrado, un iter comune a molti e che, tutto sommato, è un intervento che, con un pizzico di fortuna e un bravo chirurgo,  garantisce una sicura e  completa guarigione.

Annunci

15 thoughts on “Salute e benessere: la fistola sacro coccigea o pilonidale

  1. Dell’argomento “Fistola” non sò un granchè…
    Mentre se parliamo di “Vistola” dico che:
    La Vistola (in polacco Wisła, in tedesco Weichsel) è il fiume più lungo (1047 km) della Polonia. Nasce dai monti Beschidi Occidentali, in alta Slesia bagna Cracovia, Torun, Varsavia e sfocia nel Golfo di Danzica (Mar Baltico). Il suo principale affluente è il Bug.
    Non c’entra nulla, ma l’argomento è più leggero! Ahahah!
    Tanta Salute,
    da Carlo.

    Mi piace

  2. Come te, ne capisco ben poco se non per quella poca esperienza fatta con mio marito….inutile dire che non ha mai voluto sottoporsi ad intervento chirurgico…fin’ora gli è andata bene….ma se dovesse avere conseguenze, giuro che lo butto nella “Vistola”….
    Un abbraccio Maria e buon pomriggio…

    Mi piace

  3. Ciao Maria, mi spiace per tuo figlio perchè comunque sono sempre inconvenienti………interessanti notizie che sono sempre utili. Ti auguro una serena giornata, un abbraccio!

    Mi piace

  4. Cara Maria, è incoraggiante come la medicina faccia passi da gigante…con il tempo si troverà certamente un modo per eliminare il problema delle recidive ed accelerare la guarigione…
    Un grande abbraccio!

    Mi piace

  5. Ciao, so che è fastidiosissimo e doloroso, un mio cognato è stato operato, e ricordo che le medicazioni gli provocavano dolore, in compenso poi, o almeno fino ad ora, non ha avuto altri problemi.
    Buona serata, con amicizia, Vito

    Mi piace

  6. Maria, i piace questa tua idea di mettere a disposizione degli altri, espereinze acquisite attraverso iter personali. E’ come un servizio che rendi e che può essere di utilità.
    Ti faccio tanti auguri per tuo figlio .
    Un abbraccio 🙂

    Mi piace

  7. ciao maria conosco questo genere di malattia molto fastidiosa ed è vero ci soffrono più gli uomini …ma è interessante leggere anche qualcosa di reale oltre alle poesie grazie e in bocca al lupo per tuo figlio

    Mi piace

  8. Pingback: 2010 in review « Il mondo di Macdelice

  9. Hai spiegato magnificamente bene, continua così e ti puoi prendere la laurea, scherzi a parte, stare a contatto con la malattia, medici e medicine per lungo
    tempo senza volerlo ci porta ad una certa preparazione. Certo che sembra
    una cosina da niente ma da parecchi problemi. Importante che tuo figlio ne
    sia fuori completamente. Brava Maria una mamma infermiera eccezionale.
    nonna Tina

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...