Acireale: Festa di san Sebastiano


imagesCAZ22AUG

Oggi ricorre la festa di San Sebastiano , compatrono di Acireale, cui è dedicata la basilica collegiata, noto monumento, perla dell’arte barocca. San Sebastiano è particolarmente venerato in Sicilia fin dal 1575, anno in cui infuriò la peste e in molte città veniva invocato contro la terribile epidemia.

Basilica-di-San-Sebastiano-Acireale

La leggenda narra che San Sebastiano, vissuto sotto l’impero di Diocleziano, era divenuto un alto ufficiale dell’esercito imperiale e comandante della prestigiosa prima coorte della prima legione, di stanza a Roma per la difesa dell’Imperatore. Quando Diocleziano, che odiava il cristianesimo, scoprì che Sebastiano era divenuto Cristiano, lo condannò a morte, facendolo trafiggere da frecce. I suoi carnefici, ritenendolo morto, lo abbandonarono, ma Sebastiano era ancora vivo e grazie alle amorevoli cure di chi ne aveva ritrovato il corpo martoriato, riuscì a guarire.  Sebastiano però,cercava il martirio, per cui si recò ancora una volta da Diocleziano per rimproverarlo, ma l’imperatore lo fece flagellare e il suo corpo fu gettato nella Cloaca Massima. La festa di San Sebastiano ad Acireale è molto sentita, una folla di devoti e fedeli assiste alla solenne svelata, che avviene durante la messa mattutina, poi nel corso della mattinata la piazza antistante alla chiesa si riempie di folla e verso le undici il fercolo inizia il percorso cittadino con un’ardita manovra di discesa, essendo la basilica rialzata dal terreno di diversi gradini.

Uscita del simulacro di San Sebastiano

I devoti che sono alle manovre si tramandano di padre in figlio il rispettivo compito e onorano il voto fatto al santo per tutta la vita.Il fercolo scende velocissimo e si posiziona in dirittura di partenza, quasi facendo una piroetta straordinaria, quanto pericolosa. Ma i devoti ogni anno, scalzi e con il fazzoletto in testa sono sempre lì, pronti a tirare la loro fune. All’uscita del Santo una grande scarica di fuochi d’artificio accompagna il festoso scampanio, insieme a un coloratissimo getto di bigliettini e palloncini dall’alto del campanile. Poi il corteo si dipana per le vie della città e si muove per tutta la giornata, accompagnato dai numerosi fedeli. Caratteristica nel pomeriggio la sosta alla stazione , dove il treno si ferma e i passeggeri possono assistere allo spettacolo pirotecnico. Come in tutte le manifestazioni religiose, anche ad Acireale si associa un certo folclore e i turisti sempre numerosi in città, guardando col naso per aria, riprendono con le loro piccole telecamere,  ogni momento della festosa cerimonia.

Annunci

10 thoughts on “Acireale: Festa di san Sebastiano

  1. Ciao mia cara Maria, io so proprio poco sulle feste religiosi e tradizioni qui in Italia, sono contenta che ci sono sempre persone come te che scrivano post di questo genere cosi anche io posso conoscere un pò di più di questo bel paese che mi ospita, vedo con piacere che Italia non è soltanto solo politica e bla bla.. ti abbraccio con sincera amicizia Rebecca

    Mi piace

  2. Sempre bello conoscere queste tradizioni locali, che siano religiose o no fanno parte delle nostre usanze e costumi. Buona giornata cara Maria, un abbraccio!

    Mi piace

  3. E’un culto molto sentito anche nei paesi etnei, camminando a piedi capita spesso di incontrare altarini dedicati a San Sebastiano…bella la festa di Acireale, che onora in grande stile questo santo così amato.Buona giornata, cara Maria, e un dolce abbraccio!

    Mi piace

  4. Ma che stupenda cattedrale mia cara! Bellissimo il video, commovente.
    Spero che la giornata sia soleggiata e dolce…. poi ci fai avere altre immagini?
    Un bacio e buona festività patronale!

    Mi piace

  5. Che bello Maria,sai io sono proprio un’appassionata di queste celebrazioni dove il culto si mescola alla tradizione ed al folklore…..
    Mi è capitato di vederne di simili anche all’isola di Ponza ed in Sicilia a San Vito lo Capo…Spero che queste cose possano durare ancora tantissimo nel tempo !!!!! Sarebbe un vero peccato se andassero perdute ed io credo che ognuno di noi debba prodigarsi al fine di mantenerle sempre vive!

    Mi piace

  6. Le nostre tradizioni sono bellissime. A Sambuca quando esce la VARA della
    Madonna Dell’Udienza succede un po come da voi perchè la Chiesa è in alto
    e per arrivare alla strada c’è una ripidissima discesa. Sono cose da vedere
    perchè è impossibile descrivere le sensazioni e le emozioni.
    Grazie Maria, non conoscevo la festa di S.Sebastiano, oggi so qualcosa di
    più. Ciao cara, buona serata, un abbraccio nonna Tina

    Mi piace

  7. Česky
    Milá Marie.
    Známe se již dlouho a na tvůj blog se ráda vracím,
    vždy najdu u tebe něco krásného a zajímavého.
    Na Word jsem přešla nedávno, mnoho věcí se budu muset naučit a tak odpusť, pokud dělám nějaké chyby, budu k tobě vždy ráda chodit, jako by jsi byla moje rodina, kam příjdu na kávu a dort, vždy budeš moje milá přítelkyně. Anna

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...