Uno di quei giorni…….


Ci sono giorni in cui vorrei non dover pensare a nessuno, andarmene su un prato a cogliere margherite e fare bolle di sapone, inseguire una farfalla che vola nel sole, mangiare un panino con la mortadella sotto un albero, senza dover lavare i piatti e poi dormire su un’amaca sospesa fra due tronchi, facendo sogni bellissimi. Ci sono giorni in cui vorrei starmene a guardare il mare, ascoltare la sua voce, seguire con lo sguardo una vela,una nuvola, il volo d’un gabbiano, il guizzo d’un pesciolino. Ci sono giorni in cui vorrei entrare dentro me, chiudermi come in un bozzolo, senza fiatare , senza sentire, senza vedere. Starmene lì, accoccolata nel mio io, per ritrovare ciò che la vita mi ha preso, per piangere in silenzio, senza dover spiegare  il perchè. Ci sono giorni che…ci sono giorni che …… vorrei che qualcuno si occupasse di me , che la mia mente fosse libera di volare leggera senza pensieri, ci sono giorni che vorrei poter fare un giro in bici col vento tra i capelli, su una strada tutta in discesa. Ma i giorni sono tutti uguali, le strade tutte in salita, la mia bici è rotta e impolverata, ed io  faccio pensieri strani, forse risento un pò del cambio di stagione, non fateci caso, sono giorni in cui mi prende la malinconia, anche io sapete , ho i miei momenti no. Oggi è stato uno di quei giorni…………

 

Annunci

16 thoughts on “Uno di quei giorni…….

  1. Come ti capisco!!!Succede anche a me,di avere questi momenti no,vorrei andare lontano e non pensare a nulla,ma solo a me stessa.Purtroppo la nostra vita è fatta anche di questi momenti di difficoltà,ma poi passa !!!Ciao Amichetta!!!!!un abbraccio forte forte!!!

    Mi piace

  2. Buon giorno Maria, quanto ti capisco, capita a tutti quanti di aver questi momenti… ti lascio un grande abbraccio e una coccola! Buona giornata! (F)

    Mi piace

  3. Come hai ragione!!! Ma che si può fare? Guardarsi allo specchio e farsi un sorriso. Io lo faccio e di giornate così ne capitano tante………..
    Dai bella signora, tutto passa e poi che ci stiamo a fare noi amiche?
    E allora siamo tutte qui a sorriderti e ad abbracciarti. Un bacione e un forte abbraccio nonna Tina

    Mi piace

  4. Leggendoti, sembrava le avessi scritte io le tue parole. A volte vorrei
    sparire e ritrovarmi in 1 dimensione diversa da questa, dove puoi
    fare quello che desideri, anche solo guardare 1 nuvola x + di 1 minuto,
    e nn sentirsi in colpa, x la “grossa” perdita di tempo.
    Capita un po’ a tt noi, dolce Maria, di avere questi periodi…ma poi
    proprio cm la nuvola..passano e se ne vanno. Tornerà il sereno, vedrai.
    Ti abbraccio col cuore Donna Stupenda, Lorenza.

    Mi piace

  5. Certo che si può! Occorre un “buon retiro” e le persone giuste (poco) attorno. ti invio una mia poesia che neicontenuti e simile alla tua!
    Vulissi

    Vulissi tuccari lu celu cu li mani
    pigliari cu ‘na cciappula centu aceddi
    lu meli di li vasceddi arricampari
    senza chi l’api si mettissiru a muzzicari,
    vulissi chiudiri pi sempri l’occhi mei
    e lassari lu munnu meglio di comu lu trovai,
    vidiri la me genti tutta priata
    cuntenta di lu propriu binistari.
    Vulissi infini nun perdiri mai
    lu disideriu di canusciri la genti e li cosi
    chi lu munnu canciassi a favori di la paci
    chi ognunu putissi aviri tanti cosi
    pi meritu e no pi ‘ntressu di autri,
    chi lu medicu curassi l’ammalati
    chi l’avvucatu sciuglissi pi veru li ‘mpicci
    chi lu maestru ‘mparassi a li picciotti
    lu sapiri stari a lu munnu e l’educazioni.
    Vulissi fari ancora tanti cosi
    fari di lu munnu tuttu ‘n chianu
    ma lu roggiu curri e la cira squaglia
    tempu quantu ‘nai ‘nai nun ti basta mai.
    E allora chiddu chi ancora resta di fari
    lu ponnu fari chiddi chi mi vennu appressu,
    l’auguriu chi pozzu fari a tutti li piccioti
    è chiddu chi lu putissiru fare meglio di la me ginirazioni,
    senza pi chissu diri ne celu e ne Madonni,
    ma simplicimenti caminannu dirittu, senza annacamentu,
    sapennu chi si vonnu la paci l’hannu a vuliri tuttu l’annu.
    e no simplicimenti quannu fa comodo, a lu bisognu.
    Chista di oggi eni abbica di granni patimentu
    La genti onesta soffri e li delinquenti ridinu
    la rivoluzioni fussi chidda di parlari a cori apertu,
    vulissi vutari, e vogliu a Rita Bursillinu Prisidenti
    mannari a cauci ‘nculu chiddu chi avemu
    pi fari divintari la terra di Sicilia ‘n beddu sognu,
    pi sradicari la malerva di la mafia di la me terra
    pi fari turnari a ridiri la genti di Trinacria.

    Mi piace

    • grazie per i tuoi versi che nel nostro dialetto accarezzano il cuore, si poche persone, ma giuste, ma quali sono quelle giuste se quelle che tu ami a volte ti creano questi momenti di sconforto? Grazie caro Salvatore, della tua solidarietà,un abbraccio, Maria.

      Mi piace

  6. Inizia a fare nel tuo piccolo… ogni giorno… ciò che ami…dobbiamo tanto agli altri… io lo so bene… ma esistiamo anche noi…non dimenticarlo… e se hai voglia di rotolarti in un prato… oppure raggiungere una vetta ed urlare la tua rabbia o il tuo dolore… fallo…
    I momenti no capitano a tutti… se avessimo sul viso un sorriso stampato … saremmo falsi …non veri…
    Prenditi cura di te… ecco ciò che il mio cuore ti augura…
    Un abbraccio
    Pat

    Mi piace

  7. ….ci sono giorni, si, ci sono quei giorni, credo facciano parte della vita di tutti noi, sicuramente hanno un loro motivo di essere, fosse solo per poter apprezzare meglio i giorni belli che seguiranno.
    Ti auguro una buona giornata, con amicizia, Vito

    Mi piace

  8. E’vero, Maria…ci sono giorni un pò così…che ti scavano il vuoto nel cuore…quando questo accade e proprio non puoi prendere la bici e correre nel vento lasciandoti tutto alle spalle fai una corsa qui, dai tuoi amici che ti vogliono bene e che sono sempre pronti a regalarti un sorriso.
    Ti abbraccio

    Mi piace

  9. capitano a tutti quei giorni cara maria, a me succede spesso e mi domando ..ma perchè ogni giorno è uguale all’altro, perchè sempre devi essere carina gentile ,cucinare spolverare ecc. quando dentro di te hai voglia di esplodere di startene per conto tuo???.. pensare a se stessi ogni tanto sarebbe il massimo…ma come hai detto per fortuna sono giorni ,passano e si ricomincia….. un bacio maria è sempre un piacere leggerti. con affetto adriana

    Mi piace

  10. Sono momenti normali cara Maria!!
    Sono occasioni momentanee, che possono far stare male, sono giorni in cui si sente un forte bisogno di rimanere da soli a meditare e rimeditare.
    Si smarrisce il normale ritmo del lavoro o del dovere di famiglia, ma stai tranquilla che tutto è un soffio passeggero!
    Nel comportamento Cristiano, quando si attraversano simili momenti, ci si rifugia nella preghiera, ci si confida col Divino, si legge e si ascolta la parola del Signore, ci si affida totalmente alla Volontà di Dio, si rigenera la propria anima a beneficio del proprio umore, che presto ritornerà come prima e meglio di prima, con una gran voglia di ricominciare in positivo e con la gioia nel Cuore come espressione esteriore.
    Da buon ciclista che sono, ti esorto a cavalcare la bici esprimendoti a pieno nella vitalità del movimento, dello sport, anche come primo approccio, e vedrai che il vento nei capelli sarà la più grande manifestazione della tua libertà.
    Da buon Cristiano ti incoraggio a cavalcare la Fede, perchè ti aiuterà a conoscere te stessa nella più profonda interiorità del tuo essere, ti rivedrai rispecchiata come su un velo d’acqua, ma avvolta nel Mistero della Vita.
    Non mostrare indifferenza alle tue esigenze più sensibili, ma vai dove ti porta il cuore!, cerca e ricerca il bene di te stessa che ti potrà far gioire ed entusiasmare nella tua medesima identità, e soprattutto ti porterà ad amare gli altri in un bene sconsiderato, per non sentire mai la mancanza di qualcuno che possa occuparsi di TE.
    Conoscere i limiti di noi stessi, sentire l’estraneità di qualcosa che non sappiamo spiegarci, o sentirci tristi tutto d’un colpo, può essere un cammino di maturità esistenziale, che dobbiamo acquisire scavando nel nostro spirito umano.
    Giorgio

    Mi piace

    • Grazie Giorgio, le tue parole molto belle e significative sanno consolare il cuore. A volte anche le persone care prese dai loro egoismi, si dimenticano che dietro quel grembiule e quelle ciabatte che non si fermano mai, c’è una persona che si spende per loro, ma che ha diritto a qualche spazio personale, dove vivere un pò anche per sè stessa.Un abbraccio caro amico, con affetto, Maria.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...