Io mi diletto: La mia poesia


 

 

etna_044

Ancora un tramonto

 

Scende la sera,

rarefatte atmosfere

vivono nel tramonto

che dietro il vulcano

depone il giorno.

Fra rossi cangianti

imbottiti di nuvole

s’irradiano dal cono

geometrie di rette,

spade di luce

che lo attraversano decise

a fendere il cielo.

Vive nell’attimo,

mai uguale a se stesso

e rapita lo guardo diluirsi,

un acquerello,

di colori cangianti,

quasi a voler catturare

la sua volatile immagine.

Eccolo….

nel pur breve apparire….

rapisce ogni sera

un giorno alla vita,

che avvolge

nel lenzuolo dei ricordi

e consueto ripone

tra le pieghe della notte.

 

Maria Cavallaro

fuego19

copyright-all-right-reserved

Advertisements

10 thoughts on “Io mi diletto: La mia poesia

  1. Sono le sensazioni che ho provato spesso guardando il nostro vulcano al tramonto, che è di una bellezza unica, con il suo tripudio di colori e di luci…sei riuscita ad esprimere l’inesprimibile…complimenti Maria, sempre stupende le tue poesie. Buon pomeriggio con affetto

    Mi piace

  2. Hai dipinto un bellissimo tramonto. Mi sembra di vederlo questo sole che se ne
    va piano piano dietro l’Etna, lo descrivi in un modo stupendo, di tramonti ne ho
    visti tanti ma questo è proprio speciale. Brava Maria, un bacione Tina

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...