Occhio alla crisi!


09_02_1958_anteriore

Io non mi interesso tanto di politica, ma mio malgrado sento il vociare dei media che riportano ogni pio sospiro di questo nuovo governo tecnico e soprattutto sull’operato del suo presidente del consiglio Monti, mostrato come un Robin Hood all’incontrario, che toglie ai poveri per salvare i ricchi, tanto i poveri restano sempre poveri e non rischiano nulla, mentre i ricchi potrebbero diventare un pò meno ricchi e sarebbe drammatico qualora dovessero rinunciare a qualcuno dei loro privilegi. La nostra povera Italia mi sembra una caravella alla deriva, combattuta a colpi di spread, sfaceli in borsa e talk show inviperiti. I politici che contestano il nuovo governo tecnico non mettono in conto il fatto che se abbiamo i tecnici al governo è per sanare i risultati della loro inettitudine e appena il professore lancia uno strale per l’adeguamento degli appannaggi alla media europea, apriti cielo , non ne vogliono sentir parlare… ragazzi cinquemila euro in meno!!!!!potrebbero rischiare di attraversare la soglia di povertà. Cinquemila euro non sono altro che cinque mesi di stipendio di quei fortunati che un lavoro, anche se di cacca lo hanno, perchè ci sono anche quelli che non lo hanno un lavoro, nemmeno per meno e vivono di espedienti a carico di nonni e genitori. E se poi i nonni muoiono? Non ci voglio pensare, tutti questi giovani senza lavoro, senza speranza e senza certezze, hanno paura a metter sù famiglia perchè  non sanno come fare a crescere un bambino che ha bisogno di tante cose e allora rimandano a tempi migliori, ma quando verranno questi tempi migliori? Penso che stiamo raschiando la botte, è una impresa ardua questa manovra, come una coperta piccola per un letto troppo grande, hai voglia a tirarla, risulta sempre corta da una punta. Alla manovra del governo corrispondono infatti tante mini manovre nelle famiglie, chi aveva due macchine ne toglie una e spolvera la bicicletta, la spesa si fa con più oculatezza e i carrelli al supermercato non sono più pieni come una volta, anche sul vestiario si risparmia, ci si ricorda dei capi che sono ancora buoni, ma che non si mettono da un pò di tempo e si scopre che si possono ancora utilizzare, si rimandano le spese per la manutenzione ordinaria delle abitazioni, si ritorna a farsi la pizza in casa, insomma per far quadrare i conti si diminuiscono i consumi con un risvolto che si ripercuote sulle aziende, innescando un  circolo vizioso che si scarica poi sulla crescita del paese…il classico cane che si morde la coda…Io sono nata nel 1952 l’Italia usciva dal dopoguerra e abitando in campagna ricordo che nel periodo natalizio di notte passavano i ladri di galline a ripulire i pollai, con grande disperazione delle massaie che allevavano i capponi da mangiare durante le feste. Oggi che i pollai non ci sono più, cosa mangeranno a Natale questi poveri ladri?

20111118221100-2011-89604-NDP

Annunci

10 thoughts on “Occhio alla crisi!

  1. Quanto hai ragione Maria, dove andremo a finire così? Molti chiedono : come non senti l’atmosfera del S:Natale?”, ma come si fà a sentirla quanto tutto và male….
    Buona serata e lieti sogni (F)

    Mi piace

  2. Ero una ragazzina nel 52 e avevamo un piccolo giardino e nonno ci coltivava di tutto e anche un piccolo pollaio e nei giardini accanto era la stessa cosa, ricordo che spesso e volentieri i pollai venivano svuotati. Hai ragione ora i poveri ladri che rubano? E anche noi che non abbiamo più il pollaio….ricordo che sotto le feste
    di tirava il collo alla gallina vecchia per avere un buon brodo e ad un galletto per farlo al forno e oggi devi andare al supermercato a cercare le occasioni….siamo messi bene cara Maria e Monti non mi pare che stia facendo grandi cose perchè a pagare continueremo ad essere noi e “loro” continueranno a “mangiare” e come dice Carla non si riesce a sentire l’atmosfera natalizia. Ciao ti abbraccio Tina

    Mi piace

  3. lo sappiamo tutti…siamo in crisi…e chi + chi – pagherà…ma.mi sorge un dubbio…
    Oggi ho sentito una discussione alquanto preoccupante…due persone decidevano dove andare per le feste…mare o montagna..( all’estero s’intende..fa scic..), poi mi son chiesta ..ma dove andranno a prendere i soldi???..bè..una di queste in casa lavora solo il marito…metalmeccanico…2 figli..2 macchine…e un mutuo sulla casa.
    l’altra..lavorano tutte e due, 3figli..3 macchine..e cellulari a iosa…
    sono molto perplessa….e mi richiedo..se è vero che siamo in crisi…
    io ringrazio ogni giorno la mia mamma e il mio babbo…per quello che mi hanno dato e che mi stà dando ancora la mia Bice seppure inferma,…, se non ci fossero stati loro che con tanto duro lavoro mi hanno sostenuta…..io forse non avrei neppure un tetto per ripararmi…, mi hanno dato un lavoro…
    insomma…ci lamentiamo…insultiamo chi ha tanti soldi…, ci arrabbiamo perchè hanno rimesso l’ICI…o IMU che si dice…ma noi..facciamo veramente qualcosa per salvare questa ITALIA???… Monti ..poverino…stà facendo tutto quello che può…tecnico o non tecnico…vedremo…intanto ..paghiamo e se ci rimane qualcosa….mangiamo il panettone per Natale….( scherzetto….volevo farvi sorridere..)…lasciamo che lavorino…e sùùùùùùùùùùù..siamo ottimisti…ci risaneremo….ci credo…buona notte…mamy

    Mi piace

  4. Buongiorno cara Maria, io personalmente non mi faccio influenzare della politica, natale per non e la festa del consumismo, ma per me è la festa del’amore e della pace. Sento parlare che questo natale sia faticoso e ci saranno pocchi regali sotto l’albero… ma a cosa servano tuti questi regali? Importante di essere uniti e condividere l’amore verso i propri cari.. questo e per me natale… ti abbraccio Pif

    Mi piace

  5. quasiasi cosa mangino … io condirei il tutto con abbondante dose di guttalax
    ……..
    !!!!!!!!!
    io credevo in monti…
    credevo che davvero fosse l’uomo giusto che andasse a toccare i tasti giusti
    …forse è limitato da tante cose…
    forse… è come gli altri
    voglio sperare che gesù bambino lo illumini
    affinchè possa davvero come un buon padre di famiglia fa…
    decidere cosa e dove tagliare…
    e ce ne sn cose da eliminare…!!!!
    …piove …piove governo ladro…
    ciao maria un abbraccio

    Mi piace

  6. Credimi cara Maria, sono talmente schifata da questa situazione…ormai i politici non cercano più nemmeno di nascondere i loro interessi…e intanto il paese se ne va alla malora…spero almeno che questa crisi porti qualcosa di positivo nel Natale delle famiglie: meno consumismo e più amore…un abbraccio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...