Io mi diletto in cucina: I mustazzoli


DSCN1842

I mustazzoli sono un classico dolce di origine araba a base di frutta secca e vino cotto che non può mancare sulla tavola del Capodanno siciliano. Ne esistono diverse versioni, ma le massaie del catanese li preparano secondo una antica ricetta che si tramanda da madre in figlia. Quando ero piccola me li regalava la zia Concettina, una nonnetta che adesso ha cento anni, li cuoceva nel suo forno a pietra ed io attendevo impaziente quel suo piccolo dono, attratta dal profumo che si sprigionava durante la cottura. Ho cercato la ricetta chiedendo alle signore più anziane e sono riuscita a prepararli con un discreto successo.

Per prima cosa si prepara la farcia tritando nel mixer in modo grossolano mandorle, noci, nocciole, pistacchi e pinoli, poi si aggiungono uva passa e fichi secchi tagliati col coltello per evitare che si impastino, vi si aggiunge un bicchiere abbondante di vino cotto la buccia tagliata sottile di un mandarino e una manciata di farina di semola per legare il tutto. Io con la farcia vado un pò a occhio, ma deve essere un impasto abbastanza corposo. Mentre la farcia riposa preparo la pasta per il biscotto, impastando velocemente mezzo chilo di farina 00 con due uova intere, cento grammi di strutto, 150 grammi di zucchero semolato, 5 grammi di ammoniaca per dolci e un goccio di latte. Ottengo una specie di frolla liscia ed elastica che stiro col mattarello e taglio con la rotella dentata a strisce non molto sottili e larghe cinque centimetri, al centro delle quali sistemo la farcia alzando i lembi laterali per contenerla. La taglio a tronchetti di circa otto centimetri e con le mani do loro la classica forma ad esse, poi inforno a 180 gradi per quindici-venti minuti. I mustazzoli devono rimanere piuttosto chiari, io amo servirli spolverati di zucchero a velo e cannella, ma vanno bene anche senza e li preparo un giorno prima per farli ammobidire.

Annunci

13 thoughts on “Io mi diletto in cucina: I mustazzoli

  1. Qui li chiamiamo “cucciddati” e li facciamo a biscotto con la farcia dentro, in diverse forme e li spolverizziamo con zucchero a velo oppure ricoperti di glassa, la preparazione è uguale. Brava la mia pasticcera, buon anno , un abbraccio, Tina

    Mi piace

  2. Sono meravigliosi, appena posso ne mangio a volontà…i tuoi devono essere deliziosi, mi sembra già di sentire il caratteristico profumino 🙂 Un abbraccio e ancora auguroni, dolcezza ♥

    Mi piace

  3. Ciao Maria!!! Io sono di Catania e so quanto sono buoni i mustazzoli. Li ho mangiati anche quest’anno a Natale e ti devo dire che sono la fine del mondo!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...