Io mi diletto: La mia poesia


 

 

messaggio-bottiglia

 

Eco di conchiglia

 

Aerei di carta
ignari sul filo del tempo,
demoliamo
la gioventù speranzosa
e d’un tratto
nemmeno ti accorgi
del cader delle foglie.
Il passo si trascina 
come eco di conchiglia
nel sorriso dei ricordi
e sbiadiscono
vestigia di bellezza,
affossate
nei solchi della fronte.
Dolce malinconia
ti porti appresso,
mulini a vento
e muri di sabbia,
granelli di pensieri masticati,
riflessi
in un fondo di bottiglia,
che indossa
i raggi luminosi del tramonto.

Maria Cavallaro

 

ESTROSA_Low-Mano-Conchiglia

 

copyright_logo_thumb.gif

 

Annunci

2 thoughts on “Io mi diletto: La mia poesia

  1. Il tempo passa e un poco di malinconia c’è ….i ricordi…la gioventù….anche noi abbiamo il
    tramonto….bisogna accettarlo e viverlo…bellissimi versi, come sempre. Brava Maria, un abbraccio,
    Tina

    Mi piace

  2. Scorrono gli anni e la primavera cede il passo all’autunno… ma come il mare dentro una conchiglia, i ricordi resteranno lì, dentro il nostro cuore, per tutte e volte che vorremo ritrovare quella primavera e con essa la parte più dolce di noi ♥ bravissima Maria, leggerti mi regala sempre tante emozioni. Un abbraccio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...