Io mi diletto: La mia poesia Trapezi


fleurminiroses3.gif

gianni-bellini-1965

Ascoltami

nel ricordo d’un bacio,

dove il tempo ha scritto

pagine di luce

coi riflessi dell’iride.

Ascoltami

nel pensiero d’un sogno,

cui ci siamo aggrappati

fino alla riva della memoria.

Ascoltami

in questa inesorabile clessidra,

che divora granelli d’amore

e riempie vuoti fatui

di cuori in cammino,

funamboli sospesi

ai trapezi delle stelle,

che si rincorrono

nel dondolio

di radici strappate

a queste ali senza tregua.

Maria Cavallaro

fealqofj2socopyright-all-right-reserved_thumb.jpg

Advertisements

2 thoughts on “Io mi diletto: La mia poesia Trapezi

  1. Ogni volta che la leggo è sempre più bella… così mi accede sempre con le tue poesie, mi trasportano in un mondo parallelo dove l’amore e la dolcezza sono i protagonisti assoluti ♥ dolce notte amica mia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...