Il giorno della memoria: dal ricordo nasce la consapevolezza.


 

Filo spinato 02

Un attimo di silenzio per ricordare lo scempio dell’umana stoltezza davanti al quale la coscienza si ribella. Io mi chiedo a volte come si sia potuto operare un sì atroce sterminio in nome di un’ideologia folle, frutto di una mente malata che ha fatto dell’aberrazione la sua bandiera. Con la violenza delle armi ha piegato e sottomesso fino allo sterminio uomini donne famiglie intere e soprattutto bambini, ha tolto loro ogni dignità prima della vita in un inferno senza ritorno. Il tempo ha steso un velo pietoso sulla crudezza delle immagini che il cinema ha riprodotto e continua a mostrarci in questi giorni. Noi che non abbiamo vissuto in quel periodo non abbiamo che sparute testimonianze degli accadimenti, qualche foto sbiadita e quella scritta che penzola sul cancello dell’ignominia, non abbiamo vissuto se non di riflesso gli stati d’animo di quelle persone, ma quando la tv ci mostra le testimonianze dei vecchi superstiti, si legge ancora nei loro occhi l’orrore dell’impotenza. Forse l’uomo non smetterà mai di perseguitare i suoi simili, fino a quando ci saranno ancora despoti a fomentare il delirio di onnipotenza, ci saranno ancora eccidi di gente innocente, ma noi che siamo stati sfiorati da questo che è stato il più grave reato contro l’umanità di tutti i tempi, parliamone ai nostri ragazzi, perché sappiano, perché maturino la coscienza del rispetto e non quella della sopraffazione e del delitto.

60-Animated-burning-candle-

Advertisements

4 thoughts on “Il giorno della memoria: dal ricordo nasce la consapevolezza.

  1. un nome non ha
    solo un volto fra tanti
    se questo è un uomo
    Ma.Vi
    Come si fa a dimenticare? Eppure ancora qualcuno fa finta di non credere…La famiglia, la scuola dovrebbero parlarne….sopratutto a scuola si dovrebbe iniziare a studiare la storia di oggi…
    Ciao Maria, un abbraccio, Tina

    Mi piace

  2. Non so, Maria, è davvero incomprensibile cosa possa portare l’uomo ad atrocità tanto efferate. Neanche il più crudele degli animali sarebbe capace di cose simili.
    Mai dimenticare… mai ♥

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...