Archivio | maggio 2015

Io mi diletto: la mia poesia Scandagli nel buio


5fiori3_thumb.gif

237c05ecbf_6750182_med_thumb.jpg

Sola,

mi pareva strano

trovarmi lì impotente

dove il buio

sposa il dolore

di quei suoni amplficati

nella notte interminabile.

Occhi,

fissi nella penombra,

a macinare

pensieri d’attesa,

precipitavano,

scandagli d’anima,

nell’eco di sogni maldestri.

E poi mi svegliai

nel silenzio di voci sommesse,

avvolta

dalla luce calda della stanza,

dove trepidava l’amore,

ma era vita alfine,

pulsava

nella mia mano stretta alla sua,

tremavo!

@ Maria Cavallaro

297224_10150361060442528_606887527_8347112_882303351_n.jpg

La torta per la prima comunione di Agata


immagine-per-linvito-da-stampare

20150523_234428

Pan di Spagna, crema pasticciera, panna e fragoline, un profumo di maraschino, roselline,  uva e spighe simbolo del sacramento, il tutto completato da un’o stia dai colori delicati e un nastro  colorato sui lati. È  stato un vero piacere creare questa torta fantasiosa e delicata. Anche se le scuole di pasticceria dicono che non bisogna usare elementi che non si mangiano, a me piace osare e spesso nelle mie torte uso i fiori freschi e asimmetrie nella decorazione che suscitano sempre interesse.20150523_23434120150523_234349

Evasione


94028

17443-Shabby-Chic-Porch-Furniture

E’ lì che mi piace stare,
tra cuscini di sogni
e panchine di nuvole,
dove sbocciano
i fiori del mattino
e il cavo del cielo
risuona di alati canti.
Dove le farfalle
stanno in equilibrio
sui raggi di sole
e la luna si addormenta
nel seno dell’aurora,
è lì che mi piace stare.

@ Maria Cavallaro

fiml7bfz7fd (1)

Io mi diletto: La mia poesia Risveglio


fiml7bfz7fd (1)

lacrime-abbraccio

 

Il domani

accende il mio tempo

mentre scrivo

una pagina nuova

per poi,

ritrovarci ancora

sensazioni sulla pelle

e scivolare lieve

di emozioni sopite

nel risveglio dell’anima.

Ingoio

questo annodarsi di parole

appena sussurrate,

e un rotolare

di perle sul cuscino,

lambisce,

circolari melodie

di trasparenti cristalli

dove si scioglie il pianto

e sulla superficie quieta

d’un lago di sale

scompare .

Maria Cavallaro

copyright-symbol

142_Milvia1

Io mi diletto in cucina:la crostata di fragole


265

 

20150517_091452

 

Crostata di fragole con crema pasticciera e gelatina, un dolce gustoso e fresco, che sa di primavera.
INGREDIENTI… per uno stampo da 22 cm. di diametro per la frolla : 250gr.di farina 00 100gr.di burro 150gr.di zucchero 60gr.di uova intere 4gr.di lievito per dolci zeste di 1/2 limone 1gr.di sale. L’ho fatta riposare mezz’ora in frigo e poi l’ho cotta a 180° per mezz’ora, mettendola in uno stampo imburrato, bucando la sfoglia con una forchetta e coprendo il fondo con carta forno e lenticchie che ho tolto a metà cottura.
Nel frattempo ho preparato la crema che ho messo nella crostata appena fredda, ho guarnito con le fragole e ho nappato con la gelatina calda .

9rltgsx0_thumb.gif

 

Mi aggiro negli spazi della mente.


11009157_805783526158082_2523892114743420993_n

105zyqgs

Cos’è un pensiero, se non una piuma alata, quando lieve fluttua nell’aria che la sostiene come un soffio gentile in un mattino di primavera! Accarezzo i miei pensieri con sguardi di luce, li accompagno e galleggio con loro negli spazi della mente, li accelero, li spingo, poi li adagio piano per gustarne l’intensità e infine li sollevo e li affido al vento che li dissolve e li porta via sgretolandoli in nebulose di sospiri malinconici. Amo questo accoccolarsi della mente nel suo spazio vitale, in questa privata dolcezza, in questo incondivisibile pudore, dove l’ego cura le sue ferite e attinge linfa vitale per un nuovo giorno da vivere nell’unicità dell’essere pensante.

ADAS27