Archivio | luglio 2015

Attesa d’un sogno


Eccoti!

Profumo che non conosco

rumore di battiti

che non ho sentito

eppure ci sei,

piccolo sogno senza tempo

e mi piace

questo amarti,

fruscio delicato,

alito di vita che cresce

dove il grembo

si fa culla d’un seme.

Scriverò per te

una filastrocca nuova

e la canterò nei sogni

finchè non potrai

ascoltare il mio canto!

Maria Cavallaro@

Pensiero d’attesa.


nttx3pj6_thumb.gif

021

 

Il tempo dell’attesa si muove più lentamente dei sogni, che vanno avanti e indietro portando il cuore sul binario dei pensieri. Se cessasse tutto questo rumore, potrei sentirne il battito scandire i giorni in questo conto a ritroso che è il gioco della vita.

Il profumo di noi


11020752_933341970041350_265708136889194156_n

Lascio il tempo scivolarmi sulla pelle, come non lasciasse traccia e ascolto il mio cuore bambino esultare nel profondo, felice di esistere nella sua libertà interiore, dove non contano gli anni, ma i semi che lasciamo, la bellezza che siamo riusciti a trasmettere, il nostro canto d’amore universale che emana dal profumo di noi.

297224_10150361060442528_606887527_8347112_882303351_n_thumb.jpg

Una torta per “Stazzo nel cuore”


baselogosewing.png

Per partecipare all’iniziativa “Stazzo nel cuore” che promuove con un video itinerante il mio piccolo paese, una perla sul mare Jonio, orlato da una scogliera di pietra lavica che si specchia in un mare cristallino creando piccole baie da sogno, ho preparato questa torta alle ciliegie, che poi abbiamo consumato tutti insieme a casa mia a conclusione del video.

11169463_914342688637665_8905485744559952677_n

11707699_914342281971039_6350904276680809783_n

11402965_914342498637684_2471629456321718312_n

Il profumo delle rose


kati__gif_320_320_256_9223372036854775000_0_1_0

271178_419108004820504_757442047_n

E’ bello odorare le rose appena sbocciate, hanno ancora intatto il loro profumo. Bisogna amarle in fretta, perchè la loro vita è così breve! Non fai in tempo ad innamorarti che già sono sfiorite e perdono tristemente quei petali che sono stati il loro orgoglio.

2txx9g4w