Archivio | aprile 2017

I savoiardi in Sardegna si chiamano Pistokkos


psm4zab4

18157328_1540793009325960_8039277821778758916_n

 

Questo pomeriggio ho fatto i pistokkos, dei biscotti sardi simili ai savoiardi coi quali domani farò un tiramisù. Poi vi dirò come è venuto.
per la ricetta guardate qui:
http://www.foodmetender.com/…/105-savoiardi-sardi-o-pistokk…

ginestra2

Io mi diletto: La mia poesia “L’anima del tramonto”


untitled.png
 
Cessato è il vento
e di profumi l’incanto,
guardo il blu che al grigio tende
e l’occhio
tutto non coglie
e immagino orizzonti nuovi
al di là di quello
che una piccola nave
solca silenziosa.
Seduta
attendo l’onda
che ancora vive
e scema piano
come un battito
sul cuore di pietra
e sento
l’anima del tramonto.

@MC

e7f221edfb2ce85a37df0c8bcc5e3f62.gif


Geranium Waves Circles Circle Water Rings Wave

Ci sono giorni che passano mentre viviamo le nostre attese e ci guardiamo intorno smarriti chiedendoci” Cosa ci faccio qui?”. Poi è il nostro momento e ci sembra eterno e urge nel petto la voglia di fuggire, dileguarci in silenzio senza voltarci indietro.

Scacchi di vita

tra pause

e malinconie,

viverli nonostante,

quei giorni che ci appartengono

e trovare

che altri abissi

convivono

con la vita di volti pallidi,

bruciati dalle cure

sui quali si accendono

emaciati sorrisi

nonostante.@MC

 

Venerdì Santo


 

 

 

holly_communion

 

 

Oggi è il venerdì santo, viviamo questa giornata nel ricordo della passione di Cristo, con un occhio agli ultimi avvenimenti, che testimoniano l’allontanamento dell’uomo dagli insegnamenti che il Signore ha voluto darci col suo sacrificio. Solo la pace interiore è sorgente di vera gioia.

Lodate il Signore, acclamate il suo nome; manifestate ai popoli le sue gesta. Cantate in suo onore, inneggiate a Lui, ripetete tutti i suoi prodigi.Gloriatevi sul suo santo nome; gioisca il cuore di quanti ricercano il Signore. Cercate il Signore e la sua forza, ricercate sempre il suo volto. Cronache 1-16,8.

 

colomba

Siamo dei passanti!


 

0qaqemvpzdg

madre-e-figlia-su-una-collina

Siamo padroni solo del tempo vissuto, per il resto, come passeri affamati, becchiamo briciole di felicità, ma non siamo padroni del nostro futuro. I sogni ci aiutano a vivere perchè sono intrisi di speranza e addolciscono le nostre attese, ma intanto viviamo nell’incertezza di una realtà che ci avvolge come un bozzolo malefico, che comprime le nostre piccole gioie offuscandole con la paura di perderle. La politica, le tasse, gli attentati, le malattie, il lavoro sono i peggiori incubi che si addensano all’orizzonte di una vita semplice, ben lontana dalle pensioni d’oro e dai vitalizi, che vede negati anche i più naturali diritti, come il diritto alla dignità della vita, che nel lavoro trova il suo appagamento. Siamo dei passanti che si siedono all’ombra ad aspettare e strizzano gli occhi cercando nella foschia uno spiraglio di luce.

 

c5540-uccelli

 

Io mi diletto: la mia poesia Infinita essenza


 

Noi
 
che c’eravamo
 
nella seta di lunghi capelli
 
e nell’estasi di brevi momenti
 
coglievamo il fiato della nostra ombra,
 
dove una lucciola si posa
 
sul velluto della notte
 
camminando insieme,
 
stretti nella mente
 
del tempo immortale,
 
godiamo dell’infinita essenza
 
che ancora conserva
 
nelle teche dell’anima
 
il suo profumo.
@MC

 

 

Io mi diletto: La mia poesia Viaggi


24euemf
 aa9c4e747a82dab5cdb6a14969b6a0b9
Non sai
cosa si perde,
ad aspettare il treno,
è la vita che scorre
e ti chiedi
se arriverà il tuo
domani,
o forse mai
chissà.
Non sai
se d’aria un soffio
cavalcherai,
o se i piedi pesanti
attenderanno
saluti anonimi
dai finestrini,
icone mobili
alla stazione.
@MC
24euemf