Archivio tag | carnevale

Carrellata di carnevale


untitled

Non c’è festa più colorata del Carnevale, perché il colore è gioia e allegria. Rappresentare il carnevale in un quadro o in un disegno, è racchiudere l’arte nell’arte, perché le maschere, i carri, gli addobbi sono già delle forme d’arte che richiedono perizia e manualità.

pierrot-e-le-maschere-pierrot-and-masks-cristina-crestani-2f84c110dipinto-quadro-pierrot-345_LARGE

Renoir-Pierrot_blanc

Tiepolo Carnevale Venezia maschere-veneziane

Arlecchino-400

Annunci

Aria di carnevale


Carnevale_Maschera_Coriandoli

Vento,

pendono dai balconi

colorate

spirali di stelle filanti

e già nel mattino

viaggiano

odori di frittelle e di ragù.

Si muovono le foglie

e rotolano nel freddo

i coriandoli

del carnevale

incontro

alle mascherine gioiose.

MC@

Acireale in festa, il carnevale impazza.


408391_565500766810582_1001650940_n

Oggi pomeriggio sono stata a vedere il Carnevale ad Acireale che presenta dei carri e delle macchine infiorate realizzati con grande maestria, per la prima volta nella sua storia moderna la città festeggia il Carnevale senza illuminazione, segno che la crisi morde anche la manifestazione godereccia e per le strade poche bancarelle e pochi coriandoli a significare che anche l’indotto che ruota attorno al circuito dei carri è in sofferenza. Devo ammettere però, che nonostante la crisi e il freddo pungente, c’era una folla incredibile proveniente da tutta la Sicilia. Fra i carri mi ha colpito maggiormente quello che vede come protagonista un Beppe Grillo, che in tuta da sub nuota nel nostro mare, circondato da un nugolo di pesci e gamberetti. Il noto personaggio è realizzato in modo assai verisimigliante ed ha uno sguardo magnetico ed inquietante che lo fa sembrare vivo. Magnifici i movimenti che allargano le scene e alzano i personaggi assumento un aspetto mastodontico e incombente. La scuola dei carristi acesi ha raggiunto vertici di straordinaria perfezione, anche se quest’anno è venuto a mancare prematuramente il maestro Coco, personaggio di spicco, che negli ultimi anni ha dato un impulso di creatività a tutta la manifestazione.arlecchino_fy_00013.gif

Io mi diletto: La mia poesia di Carnevale


gif-carnevale-animata.gif

1286140262

Carnevale stanco

 

Si veste il Carnevale

di maschere e sorrisi finti,

si sveglia il clown

che dorme nel mio cuore

e va per vie di coriandoli,

di lecca lecca

e profumo di torrone.

Musiche e balli

d’un carnevale stanco

echeggiano nell’aria,

mentre ridono

i bimbi ignari,

guardando

questa crisi di cartapesta,

che veste di colori

il grigio di una città

in ginocchio

che cerca l’oro

fra le sue ceneri.

 

Maria Cavallaro

carnevale-2.gif

copyright-all-right-reserved

Il carnevale di Acireale


arlecchino_fy_0001

pulcinella_fy_0001b[3]

                                                                            

C'%20B~1   

Il Carnevale di Acireale vanta una lunghissima tradizione, il primo documento ufficiale che cita la manifestazione è un mandato di pagamente del 1594. Dal 1880 iniziarono le sfilate dei carri allegorici, che furono preceduti all’inizio dalle carrozze dei nobili addobbate ( cassariate o landaus) e in seguito furono costruiti  i carri in cartapesta, dal momento che già in città vi erano molti artigiani che  utilizzavano sapientemente questa tecnica per realizzare decorazioni interne. Dal 1929 il Carnevale Acese viene organizzato così come lo si può ammirare oggi e dal 1930 vennero introdotte nel circuito le macchine infiorate, che all’inizio erano proprio delle auto addobbate di fiori, mentre ai giorni nostri vengono allestiti in carri ben più grandi, con quantità enormi di fiori di svariati colori. La sfilata si svolge  nello scenario del barocco cittadino  e ha il suo momento clou nella splendida Piazza Duomo, dove  si svolge lo spettacolo e c’è la postazione della giuria.

viareggio2008 

I carri allegorico-grotteschi, che traggono spunto dalla satira cittadina e sociale,  all’inizio erano proporzionati alle dimensioni delle strade, ma oggi sono delle costruzioni enormi che, dotate di sistemi pneumatici e idraulici, sfruttano gli slarghi per effettuare dei veri e propri spettacoli, sollevandosi in altezza e allargandosi, mutando così il loro aspetto originale e assumendo proporzioni gigantesche. Anche le  macchine infiorate sono aumentate di volume e sono dotate di movimenti e luci come i carri di cartapesta. In questi ultimi anni oltre all’evoluzione dei sistemi di movimento, che prima erano effettuati a braccia, anche la tecnica della cartapesta si è raffinata, dando figure di grande bellezza che,

2241824254_3ffdbc88d7

integrate da sistemi di illuminazione computerizzati,  al buio assumono un aspetto fantastico.  Molto simpatici sono anche i carri in miniatura, che realizzati da piccoli artigiani e dalle scuole, danno luogo a una gara parallela e restano esposti per poter essere visitati dagli ospiti del Carnevale. Nel periodo carnevalesco la città assume un aspetto goliardico, la gente si riversa per le strade, i negozi restano aperti, le pasticcerie abbondano di prodotti tipici e la musica  accompagna i carri che percorrono un lungo tragitto, coinvolgendo le vie principali della città. Accanto alla sfilata dei carri ci sono spettacoli da palco con artisti di grido nazionale,  majorettes e sbandieratori, bande e gruppi mascherati provenienti da altre città, che animano il percorso con i loro spettacoli. Alla fine delle serate il Carnevale si conclude con il rogo di re Carnevale e i fuochi pirotecnici. Il Carnevale è un evento molto atteso dai commercianti per la sua ricaduta a livello economico, la manifestazione gratuita e libera è un vero e proprio bagno di folla e di allegria, che attira un grande numero di persone provenienti da tutta la Sicilia, dalla vicina Calabria e oltre.

01