Archivio tag | cure


Geranium Waves Circles Circle Water Rings Wave

Ci sono giorni che passano mentre viviamo le nostre attese e ci guardiamo intorno smarriti chiedendoci” Cosa ci faccio qui?”. Poi è il nostro momento e ci sembra eterno e urge nel petto la voglia di fuggire, dileguarci in silenzio senza voltarci indietro.

Scacchi di vita

tra pause

e malinconie,

viverli nonostante,

quei giorni che ci appartengono

e trovare

che altri abissi

convivono

con la vita di volti pallidi,

bruciati dalle cure

sui quali si accendono

emaciati sorrisi

nonostante.@MC

 

Annunci

Insufficienza venosa, il nemico delle gambe


imagesCA6D25ZR

gambe

L’ insufficienza venosa cronica è una malattia subdola, che ti divora piano piano le gambe, creando non pochi problemi, soprattutto durante la stagione estiva. Io ci convivo da oltre dieci anni , da quando ho avuto il primo episodio di tromboflebite, in seguito al quale la mia gamba sinistra è entrata in sofferenza. La malattia infatti, mi ha provocato un danno permanente all’apparato valvolare, con conseguente reflusso di sangue venoso, ma nel periodo estivo anche l’altra gamba per così dire sana, risente del caldo e mi dà i suoi problemi. Il sintomo  più comune è il gonfiore , che si accentua ai primi caldi, soprattutto nelle ore serali, con conseguente pesantezza e sensazione di prurito, determinato da una infiammazione della superfice cutanea che si presenta poco omogenea, arrossata e molto delicata. Basta infatti un piccolo urto e  l’escoriazione può trasformarsi in un’ulcera quanto mai  fastidiosa e difficile da risanare. Per curare la mia malattia assumo dei Cumarinici che mi tengono il sangue fluido, evitandomi i tanto dolorosi episodi di tromboflebite, ai primi caldi prendo delle Diosmine, sotto forma di integratori alimentari, sfruttando gli effetti benefici del mirtillo nero sul microcircolo. Per la secchezza della pelle, che tende a squamarsi in quanto poco nutrita, adopero degli oli e delle creme per il corpo, che danno un certo sollievo. Sarebbe utile indossare delle calze elastiche, ma d’estate risultano per me un pò complicate, dal momento che vado al mare e riposo il pomeriggio, quindi dovrei metterle e levarle tante volte al giorno e non è semplice. Dal mare traggo un grande beneficio, infatti il nuoto e l’acqua fresca attutiscono gli effetti del caldo, dandomi non poco sollievo, così vado al mare tutte le mattine e nei giorni più caldi anche al pomeriggio. Possono essere utili anche delle camminate di almeno mezz’ora a passo sostenuto e  senza tacchi, oppure la cyclette e tenere un cuscino sotto il materasso, in modo che durante il riposo le gambe restino più alzate rispetto alla testa. Insomma, per contrastare l’insufficienza venosa ci vuole movimento, costanza nelle cure e uno stile di vita sano, non si guarisce, ma si soffre un pò meno e si rallentano gli effetti devastanti che il progredire della malattia provoca.

circolazione