Archivio tag | estate

Aria d’estate


Creddy20

giugnoimm

 

Nell’aria sbiadita
si dissolvono odori
di papaveri nel grano
macchiati di surfinie
e di caffè.
Immobile sento
i sudori che salgono
e l’arsura.
Poi sulle ali di uno spiffero
aspetto il raffreddarsi
dell’immenso
che brilla nella luna
quando è sera.

MC@

 

0qaqemvpzdg

 

 

Il risveglio delle api


 

11825823_955581901180410_99942811907557163_n

Mentre la luce del sole mi restituisce il comignolo inghiottito ieri sera dal buio, ascolto il ronzio delle api, che incuranti di me, si affannano a raccogliere il miele nei boccioli della bignonia appena aperti. È un rituale che si ripete ogni mattina, con religiosa puntualità per tutta l’estate, le bottinatrici a frotte vengono all’appuntamento e si contendono i fiori più freschi, succhiandone con operosa ingordigia la dolce essenza. Poi ripartono incerte, barcollando verso l’ alveare, per ritornare decine di volte fino allo sfinimento . Infine lentamente il ronzio diminuisce e allora avanzano le formiche, per consumare ciò che resta del lauto pasto. Amo questa pianta che da anni allieta il mio cortile, per quello che rappresenta, è il tripudio della natura che si risveglia ogni mattina e puntuale si ripete nel suo ordinato cosmo, dove la singola parte collabora alla sopravvivenza del tutto.

11817046_955582061180394_7704065920342107601_n

 

Estate di Sicilia


 

E’ un pendolo questo tempo cui stiamo abbracciati nella calura che ci artiglia il corpo stanco, mentre i giorni costruiscono la vita e la terra arsa sembra bere la linfa delle piante che si attorcigliano rinsecchite. Gocce dal cielo non hanno fatto in tempo a bagnare la terra che già sono evaporate lasciando intorno uno strano odore di bruciato. Questa è l’estate di Sicilia, un caldo breve ma intenso, un mare che rigenera, una cena a base di granita e brioche col tuppo, una pizza all’origano, il rosso di un’anguria sulla tavola imbandita, un odore di pane appena sfornato e di caffè al mattino sotto il pergolato.

2669772

 

 

Felice estate !


 Tutti%20al%20mare%203

Estate sulla scogliera

Un soffio di vento caldo
ha sciolto la cima del vulcano
e già l’estate
bagna le sue grazie
nell’azzurro di cristallo.
Qui si specchiano i gabbiani,
nell’assenza delle nuvole
e di colori si veste
l’ebano delle pietre antiche.

Buona domenica e felice estate a tutti!

L’estate è già qui!


 

 

Foto: Giovani amori </p><br />
<p>Vivi l'estate<br /><br />
di colori<br /><br />
di amori.<br /><br />
Vivi l'estate di stelle,<br /><br />
ora,<br /><br />
sotto il velluto del cielo<br /><br />
e al rumor dell'onda,<br /><br />
che accarezza la sabbia<br /><br />
e il cuore.<br /><br />
Le tue mani<br /><br />
diventino<br /><br />
vele sul suo viso<br /><br />
e i tuoi baci<br /><br />
brezza gentile.<br /><br />
Ama ora,<br /><br />
nel sole,<br /><br />
ora che tenera<br /><br />
è la tua stagione<br /><br />
e lenta pare<br /><br />
la corsa del tempo,<br /><br />
nella fugace attesa<br /><br />
del nuovo sole.</p><br />
<p>Maria Cavallaro@

L’estate è già qui, ma non ce ne siamo quasi accorti, una primavera anomala che ha fatto i capricci per venire e adesso non se ne vuole andare. Sembrano strane le angurie e l’uva nella bottega della frutta e ancora non hanno sapore, forse perché vengono da altri paesi dove la frutta matura prima e non hanno dentro il sapore del sole di Sicilia. In compenso  quest’anno il mio paesino brulica di stranieri dalla pelle arrossata, il proliferare delle case vacanza li attira qui, dove il mare è a un passo dalla montagna e dalle bellezze naturali e architettoniche, come il barocco  delle nostre città della costa jonica, di cui possono godere mescolando piacevolmente relax e cultura. La Sicilia è lieta di queste presenze che in questo periodo sono una boccata di ossigeno per gli operatori del settore turistico, ed è un piacere vederli al bar a gustare granite e arancini con godurioso entusiasmo. Buona estate a tutti!

Io mi diletto: La mia poesia


315307_496137290460111_900679791_n_thumb.jpg

Evoco

*****
 

Distratto

sfiora lo guardo

il mare di settembre

incontro 

a banchi di nuvole accese

e strie d’azzurri intensi.

Sul pelo dell’onda cheta

evoco le sue mani,

sottili

tra i miei capelli bagnati

e ricordi

di appassionati momenti

sfuggiti nel nostro cielo.

Avidi di noi

ci eravamo persi

nella fretta

di un’estate ruffiana

e annegavo nei suoi occhi

aliti di baci

accesi di fantasie

e carezze d’acqua,

sfumate

nel vocio

d’un assolato meriggio…

era di settembre

anche allora.

Maria Cavallaro

x4566h3.gif

 

Io mi diletto: Poesia d’estate


1359083zjgn5yh9qt

Estate

Giovani amori

*****

Vivi l’estate
di colori
di amori.
Vivi l’estate di stelle,
ora,
sotto il velluto del cielo
e al rumor dell’onda,
che accarezza la sabbia
e il cuore.
Le tue mani
diventino
vele sul suo viso
e i tuoi baci
brezza gentile.
Ama ora,
nel sole,
ora che tenera
è la tua stagione
e lenta pare
la corsa del tempo,
nella fugace attesa
del giorno  nuovo.

Maria Cavallaro

14167527-estate-sfondo-con-la-barca-dom-onde-e-nuvole

copyright-all-right-reserved_thumb