Archivio tag | filo

Io mi diletto: La mia poesia ” Sul tuo cuore”


blinkie8120PL10

mulherfloreada2

Abbracciata

sul tuo cuore

me ne sto,

viva nel tuo calore

e cammino nel mio domani

sulle ruote dei miei pensieri,

vivendo sentori d’anima

nel mio presente incerto.

Cancello le mie nebbie

nell’armonia dei nostri sorrisi,

io, foglia legata al suo ramo,

vivo la mia tempesta

e la tua forza mi conduce

sull’esile filo

che tesse i giorni,

a bere riflessi di seta

dove l’ombra mendace

d’un vetro oscuro

trama

i suoi silenziosi inganni.

@Maria Cavallaro

BarraRosasCTV_22a

Annunci

Io mi diletto:Le tende per la cucina a uncinetto e lino


Uncinetto e lino è l’accoppiata vincente per le tendine che ho realizzato per la cucina nuova. Ho comprato del lino ecrù non molto spesso  e ho ricavato i due pannelli che ho orlato a punto a giorno, ho sfilato piccoli tratti ricamandoli a punto gigliuccio e fra queste punteggiature ho sistemato le applicazioni a uncinetto che avevo precedentemente realizzato con un filo di medio peso, riducendo gli schemi in modo da avere le giuste dimensioni. E’ stato un lavoro un pò lungo, ma sono molto soddisfatta per aver realizzato una creazione originale, esteticamente graziosa e molto decorativa, partendo da un’idea che ho sviluppato in corso d’opera. 

 

Per la finestra che ha dei vetri stretti, realizzerò con lo stesso sistema due pannelli più semplici montando al centro l’applicazione più piccola e sfilando solo due tratti che ricamerò a punto gigliuccio, avrò così lo stesso effetto della porta con un minimo di lavoro.

La scelta del lino mi è sembrata opportuna per realizzare le tende a pannello,  perchè è una stoffa lavabile e resistente che si presta molto per ricamare i punti sfilati.

E’ gratificante realizzare piccole cose di pregio per rendere più bella la propria casa con una spesa sostenibile.

 

 

Io mi diletto:La mia poesia


 

Stelle cadenti

 

 

Zampilli di stelle

luccicano

in questa notte bruna

e si accendono i desideri

che rincorrono le scie.

Lì si perde lo sguardo

che fruga nella memoria

d’un desiderio cullato

sulla soglia del tempo,

dove sottile

è il filo

che ci lega alla vita,

come d’un fiore

sbocciato e spento

nell’arco d’un mattino.

Maria Cavallaro