Archivio tag | labbra

Io mi diletto: La mia poesia Pagine


blinkie8120PL10

al20night20with20a20rog

Sottili pensieri
dove il tempo
non conosce ricordi,
vagano,
interrogandosi di te,
di noi,
abbarbicati a questo amore
che scrive pagine sul cuore,
e disegna sulla pelle
arabeschi profumati.
Laser di emozioni
cancellano
vecchie malinconie,
che si perdono
in questo cono di luce,
dove mi lascio andare,
sospesa
nella dimensione dell’aria,
vortice di desiderio
nelle tue mani calde,
sinfonia di sospiri
sui confini delle labbra,
nel loro irrequieto
incontrarsi.

Maria Cavallaro

578461_366938363391504_277068570_n

copyright-all-right-reserved.jpg

Annunci

Io mi diletto: La mia poesia


 

 

Silhouette d’amore

 

Brezza di sale

su petali di rosa,

le mie labbra

che attendono

polpastrelli di velluto

e calore di baci.

Nella notte,

dove mi allontano,

silhouette d’amore

che ha spento il tempo,

vivo finchè sarà

il mio giorno infinito.

Amo

il nostro ritrovarci

in questi chiaroscuri

d’attese,

animi protesi

che si cercano,

come mani di alberi

sfuggiti alla tempesta

in un cielo di nuvole.

Maria Cavallaro

217215_1955375454063_1533014630_32186939_1712724_n1.jpg

Io mi diletto: La mia poesia


 fleurminiroses5.gif

 

Movimento lento

 

Scegli le parole  

ad una ad una,  

farcite di carezze 

ed io rapita 

ascolto… 

musica di sguardi 

si leva,

nel silenzio lucido

di gocce calde

che sapide rotolano  

sulle mie labbra

dalle ciglia umide. 

Nel movimento lento

d’un arco teso

di rapide emozioni,

sciogliesi groviglio

d’animi persi, 

spiaggiati 

dal tumulto dell’onda 

poi lesta si ritrae la marea 

orlata di bianche spume, 

che l’immenso inghiotte. 

 

Maria Cavallaro

 

 

Io mi diletto:La mia poesia


 

Vogliose labbra

 

 

Ascolto

il canto della notte,

lieve ronzio

di vellutate falene

che si mescola

allo sciabordio dell’onda

e bacia il litorale.

Nella luce dei lampioni

bianca

s’allontana la spuma,

per ritornare

carezzevole,

come incalzanti

i tuoi baci

cercano

le mie labbra vogliose

e  ritornano ancora

insaziabili onde,

spume di gocce impazzite

che approdano

alle mie spiagge assetate.

Maria Cavallaro

 

 

Io mi diletto : La mia poesia


Nel mattino

L’orizzonte

trema 

nei suoi limpidi cristalli,

mentre il giorno furtivo

si spoglia dell’alba

e nel mare

lascia cadere i suoi veli.

Inseguo

un pensiero stupendo

nella luce del risveglio,

che mi attraversa i capelli

e sugli occhi

dolcemente indugia,

dove calde posa

le labbra sapienti

e l’anima sfiora,

nell’incalzare prepotente

d’un tocco abile

a cercar consensi,

sul roseo brillar

della mia pelle

che distesa,

con l’aurora si confonde.

Maria Cavallaro

Io mi diletto: La mia poesia


3bfa4e44

Promesse

Su un mare di zaffiro

si dondola

una luna di perla

e come briciole di stelle

nascono i desideri.

Sento il cuore

vestito a festa

e respiro

il tuo calore

nell’abbraccio

che promette amore.

Alti voliamo

fra le nuvole e il cielo,

abbiamo spento il tempo,

viviamo l’eternità

nell’attimo d’un bacio

che avido si rinnova

e par non aver fine

sulle labbra,

mentre guardo

i tuoi occhi vicini

e lì mi sciolgo.

 

Maria Cavallaro

fuego19[3]

copyright-all-right-reserved

Io mi diletto: La mia poesia


 

211954

Petali

Insieme guardiamo
il cielo
che stasera
è orfano di stelle.
Brillano nel buio
i nostri sogni,
frammenti di luce
a illuminarci la via
e petali di magnolia,
sbocciano bianche
le mie mani sul suo viso.
Laghi di montagna
i suoi occhi  
dolci catturano i miei,
altro non vedo
che il corallo
delle sue labbra
e ad occhi chiusi
assaporo
i suoi caldi doni
sulla pelle.

Maria Cavallaro

fuego19

copyright-all-right-reserved