Archivio tag | maestrale

Due poesie per emozionarci un po’!


anyaflower4630yi

Maestrale

1000648_643357642385573_931391635_n

Petali bagnati

sui laghi della coscienza

attutiscono i rumori del cuore

mentre come soffio di vento,

turbina l’amore

e il tempo grida

le sue rughe

sui volti lavati dalle tempeste.

Giaccio all’ombra delle mie attese

e scorgo i miei pensieri

in fila,

silenziosi e muti,

diventar sorrisi e coccole

per ingannare le angosce

d’un vuoto

che non si colma

e conficca le sue mani adunche

nelle anse della mente,

che tace

come acqua cheta

che attende il maestrale.

@MC

 

anyaflower4630yi

 

 

Odori dell’anima

COPPIA ABBRACCIATA DI SPALLE

 

Turbina l’anima

in questo pensiero sciolto

e mi lascio andare

come su un prato di margherite,

dove ti incontro ogni giorno

come tanto tempo fa.

Non ho tempo per fuggire,

sono le tue mani che voglio

e corro come allora

nel pensiero di te,

mentre l’anima

turbina

e s’adagia

tra odori di zagara

e limoni.

@MC

bdrwk2

 

 

Io mi diletto: la mia poesia


3390__Kopia-DSCN3479

Elisir

 

Risuono

come un guscio vuoto,

cercando

l’allegria dei giorni

perduta lungo il cammino

e graffi

che mi strappano l’anima,

curo

con l’elisir del tuo amore.

Fugo

incerti momenti

che mi oscurano i sensi

e gelano il cuore.

Altri non trovo

che il tuo silenzioso esserci

allor che di sè

il vuoto mi circonda.

In te

si placano i flutti

delle mie tempeste

e la quiete

silenziosa scivola

sui miei pensieri,

come il lento rifluir dell’onda,

che di schiume

la scogliera imbianca

e doma alfin si placa

al calar

del maestrale nella sera.

Maria Cavallaro

 

fuego19[6]

copyright-all-right-reserved