Archivio tag | mamma

La sacca nascita per una mamma in attesa


 

treno-immagine-animata-0033

 

14925636_1293542527384344_6662009459667543460_n

Ogni tanto mi piace crocettare e realizzare piccole cose sfiziose da regalare, così ho preparato questa sacca per il corredino di una giovane mamma, un piccolo pensiero fatto con tanto amore. Mi sono bastati quaranta cm di rigatino bianco, 45 cm di tela ida  da quaranta punti orlata di verde, 150 cm di nastrino quadrettato bianco e verde e un pezzetto di lenci bianco per fare il cuoricino di chiusura. Considerando che la stoffa e la seta mi erano rimaste da un lavoro precedente, con una piccola spesa ho realizzato un accessorio gradito e molto utile per i primi giorni e non solo, del nascituro. La neo mamma potrà infatti utilizzarla anche in seguito per riporre in modo ordinato e per averlo sempre a portata di mano in caso di uscite , un cambio di riserva nella borsa del bimbo.

14910506_1293542460717684_6869806290269452323_n

 

14573022_1293542594051004_3041889493728699193_n

Auguri mamme!


 

anyaflower4630yi

festa-della-mamma25-688x420

Buona domenica a tutti e buona festa della mamma!

Auguri a tutte le giovani mamme che vivono la loro maternità come un punto di partenza, alle mamme meno giovani che continuano la loro missione d’amore nel dono di sè ai figli e ai nipotini. Auguri anche alle mamme che sono volate in cielo, perchè la Mamma è un dolce pensiero che ci segue per tutta la vita e anche quando non c’è più, resta per noi un punto di riferimento e in questo vive per sempre.

Cinque anni senza la mia mamma


 

 

 

 

Come fanno a passare gli anni senza modificare il dolore, senza riempire il vuoto di questa assenza, senza cancellare la sofferenza? Tutto affiora nella mia mente come fosse ieri e son passati cinque anni senza te, mamma, cinque anni senza il tuo amore. Spero che tu sia in un mondo migliore!

 

Rose Greetings Ecards Pictures Images and graphics comments

Auguri mamma!


 

Foto: Non so<br /><br /><br />
a chi dare oggi<br /><br /><br />
questo odore di fragole<br /><br /><br />
e questo mazzolino<br /><br /><br />
di fiori profumati<br /><br /><br />
raccolti nel giardino.<br /><br /><br />
Dipingo col pensiero<br /><br /><br />
due versi di poesia<br /><br /><br />
e li spedisco a te<br /><br /><br />
lontana<br /><br /><br />
o mamma mia.<br /><br /><br />
MC<br /><br /><br />
Un pensiero alla mia mamma che mi guarda dal cielo e a tutte le mamme impegnate oggi nel difficile compito di crescere dei figli sani in una realtà piena di insidie di ogni tipo, che attentano alla loro integrità fisica e morale.

Non so a chi dare oggi
questo odore di fragole
e questo mazzolino
di fiori profumati
raccolti nel giardino.
Dipingo col pensiero
due versi di poesia
e li spedisco a te
lontana o mamma mia.
MC
Un pensiero alla mia mamma che mi guarda dal cielo e a tutte le mamme impegnate oggi nel difficile compito di crescere dei figli sani in una realtà piena di insidie di ogni tipo, che attentano alla loro integrità fisica e morale. 

Ma dove siete andati?


Vi cerco nel cortile,
nella casa,
vi cerco all’ombra,
sotto il pergolato….
Partiste un giorno,
dove siete andati?
Papà il bastone
hai qui dimenticato!
E mamma
con quel tuo vestito a fiori,
fa  fresco,
la giacchetta l’hai scordata,
insieme al fazzoletto
e al tuo cappello,
in quel cassetto
dove l’ho trovata.
Sono venuta
nella nuova casa,
nemmeno lì
ho trovato il vostro amore,
vi ho lasciato una lacrima e una rosa,
per dirvi
che vi serbo dentro il cuore.
Maria Cavallaro
copyright-all-right-reserved_thumb_thumb.jpg

Si apron le tombe, si scoprono i morti……


dk2365z

Non è la parodia di una vecchia poesia, ma la costatazione di uno sconcertante fenomeno che accade sempre più frequentemente nei nostri cimiteri. E’ la storia tragicomica accaduta a un mio amico, che avendo accompagnato la salma della sua amata mamma all’estrema dimora, all’apertura del loculo acquistato circa trent’anni fa, scopre che dietro la lapide c’è il solito muretto di mattoni che chiude la sepoltura. Strano, perchè di norma, questo muretto si costruisce dopo l’inserimento della bara!!!! A questo punto tolti questi mattoni per vedere cosa c’è dentro,  con suo grande stupore il mio amico scopre che la tomba della sua mamma era stata occupata da uno sconosciuto inquilino da un numero considerevole di anni, dal momento che vi era dentro una bara  vecchia e tarlata. Ora mi chiedo come avrà fatto questa bara a finire in quel loculo?Qualcuno avrà pagato per questo, qualcuno avrà dato un arbitrario consenso a questa sepoltura, questo povero defunto è rimasto sepolto senza nome, senza un ritratto,senza una storia….. i fiori si …..qualcuno  metteva degli anonimi fiori in un vaso poggiato a terra, ma nessuno sapeva a chi appartenessero….. Certo i parenti dei defunti vivono un momento di dolore e un po storditi non danno alla cosa la gravità che in effetti ha…..ma è un illecito grave, da denunciare agli organi competenti per far luce su questo fenomeno generato da gentaglia senza scrupoli, che specula sulla morte in modo vergognoso. Se da un lato la cosa suscita una certa ilarità, dall’altro suscita rabbia per un fenomeno occulto, ma reale, che solo adesso comincia ad emergere…. qualcuno qui ha giocato sporco con la morte!!!!

schleutelglitter[3]

Per te Mamma!


fleurminiroses[5]

L’ombrellino

 

Nei miei pensieri

s’ allontana  una signora ,

la gonna stretta

e l’ombrellino nero,

fili d’argento nei suoi ricciolini,

occhi pungenti,

viso birichino.

Partita è un dì

per non più ritornare,

d’un grande vuoto

m’ha riempito il cuore.

Lei fra le stelle

ed io quaggiù sospiro,

ma l’occhio mio

non coglie il suo brillare.

Dolce col pensier  mio

bacio il suo viso,

come farfalla

che accarezza un fiore

e  sul mio capo

mi par di sentire

della sua mano

il morbido calore.

 

Maria Cavallaro

fleurminiroses[5]

Dal 2000 in base alla legge 248: “….tutti i testi che vengono pubblicati in internet sono automaticamente protetti dal diritto d’autore. L’art. 6 della legge 633/41 stabilisce che ogni opera appartiene , moralmente ed economicamente, a chi l’ha creata .. Pertanto e’ illegale (legge 22 aprile 1941, N° 633- legge 18 agosto 2000, N° 248, copiare, riprodurre ( anche in altri formati o supporti diversi), pubblicare parte di essi se non dietro esplicita autorizzazione.. La violazione di tali norme comporta sanzioni anche penali… ” L’autore scrivente: Maria Cavallaro intende avvalersi di tale legge per eventuali furti di poesie, o stralci di esse, pubblicate.