Archivio tag | pensiero

Io mi diletto: La mia poesia Amore di nonna


images_gif_children_glitter_4_20131029_1077245195

Nel tuo pensiero

scuoto le mie foglie

come albero d’autunno

che aspetta

primavere incerte.

Adesso altro non voglio

se non la luce della tua innocenza,

di quel tuo sorriso

che strappa le lacrime

e quel capino tremulo

che cerca rifugio

al suo sonno,

dove nascondersi,

come ala di rondine

al primo freddo.

Ti amo

d’un amore caldo

che scorre nelle vene,

trasfusione di vita

che nasce

dal tuo sguardo appagato,

quando abbassi le palpebre

e dormi sereno

nel mio canto.

MC@

 

 

Annunci

Mi aggiro negli spazi della mente.


11009157_805783526158082_2523892114743420993_n

105zyqgs

Cos’è un pensiero, se non una piuma alata, quando lieve fluttua nell’aria che la sostiene come un soffio gentile in un mattino di primavera! Accarezzo i miei pensieri con sguardi di luce, li accompagno e galleggio con loro negli spazi della mente, li accelero, li spingo, poi li adagio piano per gustarne l’intensità e infine li sollevo e li affido al vento che li dissolve e li porta via sgretolandoli in nebulose di sospiri malinconici. Amo questo accoccolarsi della mente nel suo spazio vitale, in questa privata dolcezza, in questo incondivisibile pudore, dove l’ego cura le sue ferite e attinge linfa vitale per un nuovo giorno da vivere nell’unicità dell’essere pensante.

ADAS27

Io mi diletto: La mia poesia


970542dkqtw60t56

Foto: Vi auguro una serena giornata con questi pensieri appena scritti solo per voi! Un abbraccio...


Orme tra i pensieri

Copre l'onda il mattino,
di orme 
scolpite sulla battigia
e scheletri di conchiglie taglienti,
resti di altre vite,
informazioni spiaggiate,
dove il tempo ha perso le ali.
Cammino
e il pensiero si finge altrove...
stretto
da cordoni di mani,
scivola fra le dita
e tutto si fa sabbia
massa indistinta
di colori lavati
dall'azzurro,
inghiottiti
dal perpetuo moto,
di schiume adorno
e profumato di salsedine.


@ Maria Cavallaro

Orme tra i pensieri

*****

Copre l’onda il mattino,
di orme
scolpite sulla battigia
e scheletri di conchiglie taglienti,
resti di altre vite,
informazioni spiaggiate,
dove il tempo ha perso le ali.
Cammino
e il pensiero si finge altrove…
stretto
da cordoni di mani,
scivola fra le dita
e tutto si fa sabbia
massa indistinta
di colori lavati
dall’azzurro,
inghiottiti
dal perpetuo moto,
di schiume adorno
e profumato di salsedine.

Maria Cavallaro

00d8053th19
 
 

Io mi diletto:la mia poesia


Evanescenze

 

Colano

le note d’un canto

come gocce di miele

sull’anima accesa 

e in un raggio di sole

che filtra

dalle persiane socchiuse,

scrivo col lapis

evanescenze di versi

profumati di sale.

Ti vedo in quell’onda

che bianca

sposa la roccia 

e ad occhi chiusi

ti ritrovo,

impalpabile pensiero,

nel pigro altalenare

del tempo.

Mi appari nel giorno

che di luce bagna la pelle

e svanisci

in una lacrima d’amore,

che scende

e si veste di luna

nella brezza della sera.

Cavallaro Maria

 

 

 

 

 

 

Io mi diletto: La mia poesia


Pensiero

Dipingerò il cielo

coi tuoi colori,

lo colorerò

coi pennelli dei sensi

e ti respirerò

nel giorno che viene,

ti respirerò

nei profumi nuovi

e in un pensiero,

che ti cerca

impudico.

E ancora sarà

per noi

tempo d’amore,

quando le tue mani

scriveranno

spirali di luce

sul mio cuore,

nell’alba che sorge,

fra gocce di sole

e profumo di mare.

Maria Cavallaro