Archivio tag | perle

Io mi diletto: La mia poesia Notti di ghiaccio


 

flores-lilas

Carlos Queiroz (6)

Divoro
notti di ghiaccio
e perle di pensieri
infilo,
accarezzo
collane di sogni
di ombre abbracciate
dopo la malinconia,
attraverso archi
di euforia incontenibile,
spenti
nello sguardo avido della notte.
Fuggo,
vate dei miei carmi,
scritti con la bava del vento,
magie d’anima
sul pelo dell’acqua
nel tremolio dell’onda lasciva
che li trattiene appena
e poi li frantuma.

Maria Cavallaro

@

fiml7bfz7fd (1)

Annunci

Io mi diletto: La mia poesia Risveglio


fiml7bfz7fd (1)

lacrime-abbraccio

 

Il domani

accende il mio tempo

mentre scrivo

una pagina nuova

per poi,

ritrovarci ancora

sensazioni sulla pelle

e scivolare lieve

di emozioni sopite

nel risveglio dell’anima.

Ingoio

questo annodarsi di parole

appena sussurrate,

e un rotolare

di perle sul cuscino,

lambisce,

circolari melodie

di trasparenti cristalli

dove si scioglie il pianto

e sulla superficie quieta

d’un lago di sale

scompare .

Maria Cavallaro

copyright-symbol

142_Milvia1

Un premio alla mia poesia “Pianeti”


gt_3

Un grazie alla giuria tecnica, che ha espresso il suo giudizio con questa motivazione:

La poesia di Maria Cavallaro si snoda su canoni strutturali e stilistici resi validi, quanto ad organicità ed eleganza, dall’incalzare ritmico e dalla fine sensibilità dell’autrice, che si evidenzia in una ricchezza d’immagini retoriche, prevalentemente metaforiche, che avvolgono come in un’atmosfera rarefatta, una sorta di magia che rasserena l’animo.

Suffragata da una sottile levità linguistica e da un’accurata ricerca semantica, Maria Cavallaro attinge all’area linguistica della policromia per modularsi in un’alternanza di emozioni “rubate al sentimento”, fino a testare una sorta di specularità con lo stato d’animo in perfetta simbiosi astrale, come in un’atmosfera rarefatta di “pianeti segreti”, dibattuto tra incertezze e speranze e “chiaroscuri che si dissolvono in perle di luce”.      

fealqofj2so534741_466823966694776_436176553_n

Pianeti

 

 

Polpastrelli di velluto

su chiome di seta

morbide, mutevoli,

danzanti

ad ogni alito di vento

e un occhio di luna,

socchiuso

che accompagna

sinuosee movenze,

chiaroscuri

che si dissolvono

in perle di luce.

E tu

respiri adagio

e accompagni emozioni

rubate al sentimento,

mentre esplori

pianeti segreti

senza far rumore.

poesiagif

copyright-all-right-reserved

Io mi diletto: La mia poesia


 

 

nuovhfi4

Perle di desideri

 

Pendono
dal soffitto del cuore,
trame d’amore
che sfidano il vento
del tempo vorace.
Volti,
tante volte sfiorati
da vellutate dita,
segnati si levano
come d’autunno,
a guardare stormi
di alati desideri,
migrare nel calore
di giorni vissuti.
E risa argentine
riecheggiano
nel cavo della memoria,
come fili di perle
spezzati
nel silenzio
d’una stanza vuota.

 

Maria Cavallaro

 

fuego19[3]

copyright-all-right-reserved

Io mi diletto: La mia poesia


 

 

 

Orizzonti nuovi

 

Perle di sentimento
nello scrigno del cuore,
vivono i miei pensieri
dove realtà si veste di fantasia.
…….il tempo va, 
sui nostri passi lasciamo
briciole di vita vissuta,
ansie d’attese,
chimere di sogni cullati,
sprazzi di luce cristallina.
Il mistero del domani,
apre nel buio finestre
di sogni nuovi
e girandole di colori
segnano piacevoli orizzonti
da inseguire
col treno dei desideri.
Ansiosa la mano si tende
quasi a voler cogliere in fretta
dolci frutti da assaggiare
nella luce del tramonto.

Maria Cavallaro

jv3r04_th

Dal 2000 in base alla legge 248: “….tutti i testi che vengono pubblicati in internet sono automaticamente protetti dal diritto d’autore. L’art. 6 della legge 633/41 stabilisce che ogni opera appartiene , moralmente ed economicamente, a chi l’ha creata .. Pertanto e’ illegale (legge 22 aprile 1941, N° 633- legge 18 agosto 2000, N° 248, copiare, riprodurre ( anche in altri formati o supporti diversi), pubblicare parte di essi se non dietro esplicita autorizzazione.. La violazione di tali norme comporta sanzioni anche penali… ” L’autore scrivente: Maria Cavallaro intende avvalersi di tale legge per eventuali furti di poesie, o stralci di esse, pubblicate.