Archivio tag | poesia

La mia poesia “Come un piccione”


 

barrafloresctv15a

 

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

 

Controvoglia mi abbandono
come un piccione,
su un ramo contorto
di pensieri solitari,
navigo
nello stupore
di giorni andati
e adesso,
pettino altri giorni
senza sogni,
dove gli occhi stanchi
si chiudono a metà
sbirciando
tra il sorriso e il pianto.MC@

 

barrafloresctv15a

Annunci

La mia poesia Alianti


1c562-gabbianiinvolo

35779211_2074005436004712_7007651284190756864_n

Uguali i giorni
s’avvinghiano
alle nostre incertezze
e dall’alto la scogliera
offre voli di gabbiani
dove perdersi,
come alianti alla deriva.@MC

 

clipart_fiori_stilizzati_19

La mia poesia ” Ciottoli “.


lillc3a01

179178_439398616091341_282496613_n

 

Rumoreggia il silenzio
nella penombra soffusa
e come onda lieve
s’adagia sui ciottoli annosi
trascinandoli,
instancabili pensieri,
inutili spremute di meningi
arrossate
dal logorio della vita che arranca.
Nel tumulto del cuore
fisso la meta,
luminoso pensiero
che bevo d’un fiato
e non dormo,
ma ancora non luce il giorno
e l’occhio umido si nasconde.

MC@

 

anyaflower4630yi

La mia poesia: Vuoti


c02565be

donna-mare

Navigare
in questi vuoti incolmabili,
per incontrare
macigni di pensieri
e ghiacci affioranti
nel mare dei sogni
e poi sedersi
con le spalle curve
sotto il peso
di sfiorate solitudini
a sorseggiare l’attesa
con lo sguardo al mare,
che insegue l’onda
e sulla sabbia si adagia
placido.

MC@

 

528b7-barcasulmaregif

La mia poesia: Tulipani


 

85c1a-divisorio2bestate

 

red-tulip-kiss-laurie-pace

 

Mi immergo
in questo mio non pensare,
raccolgo dimensioni nuove
e attendo.
Non c’è vita
nell’alito di vento
che si insinua
tra le foglie
dell’albero antico,
tutto cade
tra i miei passi
e il viale sembra infinito
nei miei non distinguo
e mi chino
sui tulipani che reclinano il capo
senza odore.

@MC

 

J_Trnka_T_appassiti

La mia poesia: Catene arrugginite


 

il_570xN.569621946_li8h.jpg

Spiragli di sole
su accozzaglie di catene arrugginite
sono brividi di speranza,
che languono sulla battigia
dopo il naufragio,
fra alghe morte,
reti a brandelli e sabbia fine.
Questa è la meta
di uno strano ciondolare
che appassisce i giorni
e spegne il cuore
dei vecchi barconi smessi,
che si consumano
per tornare polvere.
Così è la vita,
un barcone smesso
che si consuma lentamente,
tra spiragli di allegria e pianto.

 

MC@

Lid5bMbeT

 

 

La mia poesia: Colori


xudozhnik_Ewa_Bartosik_12

28056757_1906224319449492_1492750124607248965_n

 

Mi specchiero’
Dove finiscono i colori
Di questo arcobaleno di vita
Che attraversiamo stanchi ,
Come falene
Dalle ali arrugginite
E nulla vi chiederò
Di questo vagar dell’anima,
Forse percorrerà
Lingue d’asfalto
Per giungere
Dove il cerchio si quadra
E accoccolata
Immobile,
Sì sciogliera’ dai vincoli
Quando sarà
il suo tempo attonito. MC@

depositphotos_32257865-Spring-violet-flowers-on-mountain