Archivio tag | sole

Come dentro un film.


 

11817046_955582061180394_7704065920342107601_n

14359256_10208503303394282_5236430831676067897_nFelice giorno!

Fresco il mattino s’attarda sui primi raggi di sole, mentre sale la calura ancora estiva a carezzare le cime degli alberi.
Ancora pare estate, ma galoppa il tempo e scrutiamo le nuvole vaporose e bianche che in tarda mattinata si innalzano dalla montagna come bianchi sipari che annunciano scenari di pioggia.
Io me ne sto ancora qui a nuotare in questo mio amato mare che si increspa e mi accarezza, con onde improvvise e schiaffi d’acqua sulla testa. I villeggianti si attardano nelle case e la spiaggia è ancora piena, ma ad uno ad uno partono, sebbene a malincuore, li attendono gli impegni in città, siamo già alla fine di agosto. A poco a poco se ne andranno con le macchine zeppe di masserizie, vestiti, qualcuno ha anche la gabbietta degli uccellini, il cestino del gatto, o il cagnolino che si solleva sulle zampette quasi a salutare dal finestrino. E’ un movimento di vita, quasi un flusso migratorio che desertifica la scogliera e il lungomare, a poco a poco spariranno il solarium, le passerelle, le tovaglie stese al sole, il chiasso dei ragazzini. Tutto si spegnerà come dentro un film e la natura riprenderà il suo consueto aspetto. Io continuerò a nuotare nella piccola baia ormai silenziosa, scivolando sull’acqua pigramente e scruterò il cielo al mattino dal mio cortile, mentre la bignonia lascia cadere ad uno o ad uno gli ultimi fiori e le api bottinatrici ritornano alle loro arnie dopo mesi di golose visite ai calici arancione alla ricerca del nettare.@ MC

DSCN2785.JPG

 

14333636_10208503303634288_6993343762048644545_n

 

Annunci

Pensieri in bianco e nero


 

 

 

L'immagine può contenere: una o più persone

S’insinua il soffio
Nel mattino di febbraio
E schiamazza
Rumoroso il merlo
Nel cortile,
Dove sbocciano
Le violette
Nascoste
Al primo sole.
Punge ancora
La malinconia
E da lontano
Guardo il mare,
Una tavola d’argento
Nella luce che l’accarezza
e placa
All’occhio
che altro non vede
E pensa in bianco e nero.

@ Maria Cavallaro

 

Pensieri autunnali


dipinto-su-tela-autunno-elfico-pittura-acrilica-e-applicazione-di-foglie-autunnali-100x40cm-48220

S’infiltra il sole in queste sfumature d’autunno e la terra è sazia, ha ingurgitato lenzuoli d’acqua nella notte buia.
Le foglie vecchie, frustate dalla furia, giacciono nell’umido del cortile
dove si aggirano silenziosi millepiedi e lumache dalla scia argentata.
In questo lento trasformarsi ci adagiamo, ci trasformiamo anche noi, si trasformano i nostri pensieri, germogliano di nuovo nella frescura dell’aria, fumano come muretti al sole nel mattino. Io mi dondolo in questa atmosfera nuova rincorrendo i miei silenzi, le mie emozioni, costruendo muri di parole fragili, che vengono giù appena mi distraggo un pò e la memoria vacilla, persa in questi giri mentali che evaporano in questo tenue raggio di sole.

 

Io mi diletto: la mia poesia Ragazzi nel sole


2rfea1e

554148_452971228146284_973619754_n

Estate controvento,

di gabbiani scomposti in volo

e ombrelloni raccolti,

pioppi colorati e tremuli

nel sole del mattino.

Estate di ragazzi,

quelli di un gelato in due,

che si baciano nel sole

incuranti

e si ritrovano a sera

dividendo un panino a metà.

Dolce è la stagione

di amori di paglia,

di corpi fragili nei parei

colorati e sottili

di capelli bagnati

e gocciolanti

tra una lacrima e un sorriso.

E si lasciano contare i giorni,

di pelli bruciate

e di sospiri salmastri,

mentre in cielo

si intravede già la fine,

come di sposa vestita di nuvole.

MC@

 

Diapositiva di un mattino d’estate


 

eiryft

Salta il sole sulla coda dell’aurora mentre il giorno si asciuga il viso con gli ultimi strappi di nuvole e si specchia nel mare piatto. Volano alti due gabbiani per poi lasciarsi cadere fino a radere l’onda con le ali e afferrare in volo un pesciolino guizzante sul pelo dell’acqua. Come mi piace guardare quella barca a vela che sembra immobile, eppure va lentamente, gonfia di quel vento leggero che sempre spira al largo! Sembra dipinta su una tela di seta, dove i colori indugiano a prendere forma, per poi mutarsi nell’attimo fuggente, creando uno scenario in movimento dalle tinte tenui e cangianti che vive nel silenzio. Unico sottofondo a tale meraviglia lo sciabordio dell’onda, che a tratti si infrange stancamente sulla nera scogliera rumoreggiando.

 

Evasione


94028

17443-Shabby-Chic-Porch-Furniture

E’ lì che mi piace stare,
tra cuscini di sogni
e panchine di nuvole,
dove sbocciano
i fiori del mattino
e il cavo del cielo
risuona di alati canti.
Dove le farfalle
stanno in equilibrio
sui raggi di sole
e la luna si addormenta
nel seno dell’aurora,
è lì che mi piace stare.

@ Maria Cavallaro

fiml7bfz7fd (1)

Diapositiva d’inverno


14167527-estate-sfondo-con-la-barca-dom-onde-e-nuvole.jpg

argentarionencio5

 

Vive il sole nel mattino d’inverno e sveglia il desiderio di fare. Accarezza le narici l’odoroso effluvio del rosmarino in fiore, minuscoli bocci che sfidano la stagione e colorano di lilla la siepe su cui si attarda il pettirosso goloso. Vive la stagione negli infreddoliti pensieri, nei nuvoloni neri, che fanno cappello ai brontolii del vulcano, vive nella barchetta lontana, nel curvo pescatore che esplora l’onda e la sorte con la gelida mano. Vive questa diapositiva, vive nel lungomare deserto, dove invano zampilla solitaria la fontana, vive nei ragazzi che han marinato la scuola, per baciarsi al sole, vive nel pennello d’un pittore che lieve lieve accarezza la tela, seduto su uno scoglio per imprigionare il mare e quella piccola vela bianca sul filo dell’orizzonte, dove l’azzurro nell’azzurro si fonde.

acqua-animata3_thumb.gif