Archivio tag | sospiri

Io mi diletto: la mia poesia Ragazzi nel sole


2rfea1e

554148_452971228146284_973619754_n

Estate controvento,

di gabbiani scomposti in volo

e ombrelloni raccolti,

pioppi colorati e tremuli

nel sole del mattino.

Estate di ragazzi,

quelli di un gelato in due,

che si baciano nel sole

incuranti

e si ritrovano a sera

dividendo un panino a metà.

Dolce è la stagione

di amori di paglia,

di corpi fragili nei parei

colorati e sottili

di capelli bagnati

e gocciolanti

tra una lacrima e un sorriso.

E si lasciano contare i giorni,

di pelli bruciate

e di sospiri salmastri,

mentre in cielo

si intravede già la fine,

come di sposa vestita di nuvole.

MC@

 

Annunci

Mi aggiro negli spazi della mente.


11009157_805783526158082_2523892114743420993_n

105zyqgs

Cos’è un pensiero, se non una piuma alata, quando lieve fluttua nell’aria che la sostiene come un soffio gentile in un mattino di primavera! Accarezzo i miei pensieri con sguardi di luce, li accompagno e galleggio con loro negli spazi della mente, li accelero, li spingo, poi li adagio piano per gustarne l’intensità e infine li sollevo e li affido al vento che li dissolve e li porta via sgretolandoli in nebulose di sospiri malinconici. Amo questo accoccolarsi della mente nel suo spazio vitale, in questa privata dolcezza, in questo incondivisibile pudore, dove l’ego cura le sue ferite e attinge linfa vitale per un nuovo giorno da vivere nell’unicità dell’essere pensante.

ADAS27

Io mi diletto: La mia poesia Pagine


blinkie8120PL10

al20night20with20a20rog

Sottili pensieri
dove il tempo
non conosce ricordi,
vagano,
interrogandosi di te,
di noi,
abbarbicati a questo amore
che scrive pagine sul cuore,
e disegna sulla pelle
arabeschi profumati.
Laser di emozioni
cancellano
vecchie malinconie,
che si perdono
in questo cono di luce,
dove mi lascio andare,
sospesa
nella dimensione dell’aria,
vortice di desiderio
nelle tue mani calde,
sinfonia di sospiri
sui confini delle labbra,
nel loro irrequieto
incontrarsi.

Maria Cavallaro

578461_366938363391504_277068570_n

copyright-all-right-reserved.jpg

Io mi diletto: La mia poesia Vibrazioni


5oqrdmaf

images

Vibrazioni

*****

Esci
in questo rosso di sera,
fra dune di nuvole
e refoli di vento,
in questo spazio
dove batte il pendolo
di giorni incerti.
Affoga
il brulicar dei ricordi,
piccole farfalle notturne,
nel caldo alone
d’un lampione antico.
Segui
irresistibile il richiamo,
di piccole vibrazioni  ignare,
che ti solleticano il cuore,
mentre sussultano i sensi
in quest’aria sapida
di profumi inediti,
che ai sospiri
s’intrecciano languidi.


Maria Cavallaro

 

 

 

bolla_rosa_con_farfalla

copyright-all-right-reserved

 

Io mi diletto: La mia poesia


Fiume lento

 

Fiati sospesi

si vestono di luna

mentre rotola il pensiero

fra atomi

d’un universo complice.

Ci sei

sotto il manto

di una notte preziosa

di tremule fiammelle.

Appoggio il capo

sul tuo silenzio,

mentre attendiamo

le rose dell’alba

sbocciare

dal cuore dei sogni

e una carezza

mi sorprende,

fresca,

come acqua di montagna

sui ciottoli

d’un fiume lento.

Maria Cavallaro